burqua.jpg

La Corte d’Appello conferma il no al burqa in luoghi pubblici

La Corte d’Appello di Milano ha confermato la sentenza del 20 aprile 2017 del Tribunale di Milano, che riteneva “giustificato e ragionevole” il divieto d’ingresso alle donne con il volto coperto dal velo in luoghi pubblici, previsto dalla delibera della Giunta della Regione Lombardia del 2015.

Ne dà notizia l’assessore regionale alla Sicurezza lombardo, Riccardo De Corato, il quale sottolinea come i giudici d’appello, così come quelli di primo grado, reputano il divieto “giustificato e ragionevole alla luce della esigenza di identificare coloro che accedono nelle strutture indicate, poiché si tratta di luoghi pubblici, con elevato numero di persone che quotidianamente vi accedono per usufruire di servizi” “La Corte – prosegue De Corato – nel nuovo procedimento, ha bocciato lo strenuo tentativo proposto dai ricorrenti (alcune associazioni), cioè quello di consentire l’identificazione mediante rimozione temporanea del burqa”

Condividi:

Ultimi Articoli

Uniti contro il bullismo

Uniti contro il bullismo

Martedì 7 febbraio 2023 alle ore 10, il campo sportivo dell’Oratorio di Cazzano S.Andrea ospiterà un evento unitario con la partecipazione di parroci e sindaci

Una Guida al trapianto di fegato

Una Guida al trapianto di fegato

La Guida al Trapianto di Fegato è una risorsa creata dall’Associazione Amici del Trapianto di Fegato di Bergamo (AATF), che include due opuscoli (101 domande