formai de mut

L’agricoltura della montagna bergamasca trasloca a Milano, qui la più grande fattoria mai aperta in città


Dai prodotti tipici (come l’agribirra, i formaggi di latte di asina, capra e vacca ma anche il Formai de Mut dell’Alta Valle Brembana e i salumi) all’agriasilo,  dagli agrichef  fino alle aziende che operano nel campo dell’agribenessere, l’agricoltura  bergamasca con le sue eccellenze sarà protagonista   al Villaggio degli agricoltori della Coldiretti che sarà inaugurato domani, venerdì 29 settembre, alle ore 9,30 a Milano presso il Castello Sforzesco. All’evento, che porterà per la prima volta la grade bellezza dell’agricoltura italiana nel centro di Milano, interverranno non solo migliia di agricoltori ma anche, tra gli altri, il Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina, il presidente di Federalimentare Luigi Scordamaglia che con il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo si confronteranno sul tema l’“Italia che investe sul cibo”.

Nell’occasione verrà presentato il primo studio sulla rivoluzione green e salutista nei consumi a tavola e negli stili di vita con i primati che il Made in Italy puo’ offrire. A Milano i presenti avranno l’occasione di vivere per una volta l’esperienza da gourmet con il miglior cibo italiano a soli 5 euro per tutti i menu preparati dagli agrichef con i sapori antichi della tradizione, dalla pasta di grano Senatore Cappelli al riso, senza dimenticare l’innovazione con la carne 100% italiana e la pizza autenticamente tricolore, dalla farina all’olio, dal pomodoro alla mozzarella ma anche lo street food green, dal gelato di latte d’asina al pesce al cartoccio. Spazio anche alla solidarietà per salvare le specialità delle aree terremotate che saranno offerte dagli agricoltori colpiti dal sisma.

#STOCOICONTADINI è anche un’occasione unica per conoscere il primato della biodiversità della Fattoria italiana. Ci sarà spazio anche per l’Agriasilo dove i bambini potranno imparare a mungere gli animali e a pigiare l’uva, e poi ancora per le lezioni nell’area orti, giardini e fiori con il tutor, per l’economia domestica e l’agricosmetica con i frutti della terra e per lo sport in collaborazione con il Coni. Ci saranno anche i trattori storici e quelli dell’ultima generazione, oltre al villaggio delle idee con i giovani dell’Università di Pollenzo che animeranno l’intera area per tutti i tre giorni.

Saranno presenti esponenti istituzionali, rappresentanti della società civile, studiosi, sportivi ed artisti che discuteranno su studi e ricerche elaborate per l’occasione dalla Coldiretti su “La grande bellezza delle mille campagne italiane” che per la prima volta fotografa nel 2017 “La svolta degli italiani a tavola” e “La rivoluzione verde che ha cambiato l’Italia”, l’unico Paese al mondo che può vantare primati che vanno dalla qualità alla diversità alimentare, dalle tradizioni culinarie antiche ai paesaggi agricoli unici fino al turismo enogastronomico.

All’inaugurazione della manifestazione ma non solo parteciperanno anche gli agricoltori bergamaschi, con tanti giovani, donne e pensionati,  guidati dal Presidente Alberto Brivio e dal Direttore Gianfranco Drigo.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Nasce il Monopoly in Versione Bergamo

Il Comune di Bergamo ha annunciato attraverso la propria pagina Facebook una collaborazione con il gioco in scatola più famoso del mondo. “Abbiamo concesso l’utilizzo