L’accusa chiede 5 anni e 4 mesi per Benvenuto Morandi

Cinque anni e quattro mesi per l’ex sindaco di Valbondione Benvenuto Morandi, 54 anni, accusato di truffa e furto aggravato nel processo sulle false rendicontazioni e i soldi spariti all’Intesa Sanpaolo Private Banking di Fiorano al Serio.

E’ la richiesta fatta oggi dal sostituto procuratore Carmen Santoro nel pomeriggio di questo mercoledì 14 settembre, al termine di una lunga udienza a porte chiuse, nella quale per la prima volta l’ex sindaco ha raccontato la sua verità. Morandi lavorava alla filiale della Val Seriana da trent’anni ed è stato direttore per un anno fino a giugno 2013, quando l’istituto bancario lo ha licenziato in seguito alla denuncia dell’imprenditore Gianfranco Gamba, principale cliente e presunta vittima. In un interrogatorio durato quattro ore, ha ammesso le false rendicontazioni e di avere firmato due bonifici a insaputa dell’imprenditore, serviti per fare partire il progetto della centrale a biomasse di Valbondione, poi naufragato. Ma ha anche ribadito di non avere tenuto nulla per sé e che Gamba era a conoscenza di tutto. Ma l’imprenditore fin dalle prime battute dell’indagine ha sempre sostenuto il contrario. Il 29 ottobre sono previste le conclusioni degli avvocati della difesa, Angelo Capelli e Marialaura Andreucci, e la sentenza.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare