Ennesimo successo per i giovani del Karate Master Rapid SKF CBL che al 27° Campionato Italiano a Squadre giovanili a Roma si sono guadagnati il titolo di Campioni d’Italia di Kata 2016.

Una vittoria storica quella ottenuta al Centro Olimpico “PalaPellicone” di Ostia Lido, dove erano pervenuti club da tutta Italia; il titolo italiano – il secondo ottenuto in 3 anni, è stato conquistato da Daniele Leoni, Daniele Petrillo, Giulio Sembinelli e Tommaso Proserpio. Avanti di un turno la compagine ha dovuto aspettare l’esito dell’incontro tra i calabresi ed gli emiliani, nel quale sono emersi gli emiliani; quindi hanno esordito con un netto 5 a 0 sul Karate Riccione, poi hanno affrontato la compagnie del CUS Perugia superando con un altro perentorio 5 a 0; nella finalissima ad emergere è ancora la Master Rapid SKF CBL che riporta in Lombardia un titolo tra i più prestigiosi vincendo per 4 a 1 contro il Karate Noventa.

Domenica il team ha iniziato nel Kumite maschile ed è riuscito nell’impresa di andare a podio nonostante le 17 squadre iscritte. La compagine del combattimento supera al primo incontro i campioni piemontesi dell’Ippon Karate poi al secondo incontro i campani del Karate Budokan Campobasso; al terzo turno deve tuttavia cedere il passo ai poi campioni italiani della Champion Center di Napoli; ripescati, i ragazzi superano i campioni siciliani del Karate MisterBianco per poi superare nella finale per il Bronzo i milanesi del Torado Karate con un perentorio 5 a 1 legittimando una giornata davvero intensa. Così Matteo Landi, Mattia Ciarloni, Enrico Poiatti, Andrea Pelamatti, Michael Bonomelli e Carera Davide vanno a raccogliere la loro medaglia nazionale tra gli applausi di tutto il Centro Olimpico.

Nel femminile Anna Ghirelli, Carè Letizia, Donghi Vanessa, Desideria Bove, Daniela Solimeno e Sonia Pezzotti avanti di un turno aspettano la vincente tra le Campionesse pugliesi e quelle laziali e dopo un incontro serrato prevalgono le laziali, con le romane del Team Avengers si ingaggia così una sfida che vede prevalere la maggiore esperienza delle ragazze di Maffolini, in finale di poule la sfida questa volta è con le campionesse toscane dell’Etruria Firenze che si svolge sempre con spirito agonistico di fair play e che alla fine vede ancora una volta spuntare la squadra lombarda. La finalissima vede partire con un secco 2 a 0 la Master Rapid SKF che però deve subire la rimonta del team Genocchio che prevale per 3 a 2.

“Quando si ottengono risultati di questo tipo – ha affermato soddisfatto il Maestro Maffolini – i ringraziamenti vanno in mille direzioni: dai ragazzi ai genitori per aver creduto nel progetto, dalle aziende che ci hanno aiutato alle istituzioni, dai numerosi simpatizzanti alla mia famiglia che mi ha permesso di dedicare tempo privato ad un progetto sociale e sportivo di valorizzazione dei giovani. Complimenti particolari vanno ai miei collaboratori che non smettono di spronarmi alimentando il grande sogno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *