redivo6

Interventi straordinari in ambito culturale, fondi dalla Regione Finanziati progetti di Averara e Ubiale Clanezzo


“A fronte dei numerosi progetti presentati dai Comuni lombardi sul nostro bando per interventi straordinari in ambito culturale, d’accordo con il collega assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione, ho deciso di incrementare ulteriormente il bando con nuove risorse, pari a circa 700.000 euro, così da finanziare tutti i progetti ammissibili che ci sono pervenuti. Ulteriore dimostrazione di quanto ci stiano a cuore i comuni lombardi”. Lo ha detto l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia annunciando i beneficiari del bando regionale ‘Interventi urgenti di valorizzazione dei beni culturali della Lombardia 2017’, a seguito dell’integrazione di ulteriore risorse da parte della Giunta lombarda.

“In totale – ha spiegato l’assessore – abbiamo messo a disposizione degli enti locali lombardi oltre 1.300.000 euro grazie ai quali siamo riusciti a finanziare 83 progetti spalmati praticamente su tutto il territorio lombardo”. “Sono davvero soddisfatta – ha detto ancora l’assessore – dell’esito del bando: ci sono pervenuti tantissimi progetti a dimostrazione di quanto la misura regionale sia stata molto apprezzata dai nostri sindaci e della loro volontà di preservare il patrimonio culturale delle nostre comunità”.

In provincia di Bergamo con 70.000 euro sono stati finanziati diversi interventi, e più nello specifico per quanto riguarda le Valli bergamasche, ad Averara arriveranno: 20.000 euro per il recupero di un fabbricato rurale che diventerà centro polifunzionale per la valorizzazione della castagna. Mentre ad Ubiale Clanezzo: 6.000 euro per lo studio di fattibilità e progettazione di riqualificazione del locale storico di accesso e restauro della cappelletta all’interno del cimitero.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare