carabinieri arresto ev

Intervengono le forze dell’ordine: in fumo l’assalto a 80 milioni di euro

Erano pronti ad entrare in azione le 31 persone, la stragrande maggioranza proveniente da Cerignola, in provincia di Foggia, che venerdi nel tardo pomeriggio sono state  bloccate dagli uomini delle forze speciali dei Nocs che così hanno evitato un assalto milionario in  provincia. Nel mirino della superbanda c’era  il deposito della società Mondialpol a Calcinato che in quel momento aveva una disponibilità di denaro di oltre  e0 milioni di euro.

Tra i 31 fermati, le cui posizioni sono ora al vaglio del gip, ci sono anche due guardie giurate, calabresi, ma residenti nel Bresciano, dipendenti della società privata che doveva essere assaltata.

Il piano prevedeva l’utilizzo di 26 auto rubate che avrebbero dovuto bloccare le strade e che sarebbero poi state date alle fiamme per evitare l’intervento delle forze dell’ordine e i soldi sarebbero stati caricati su un tir che era arrivato a Brescia carico di uomini e armi e che doveva tornare con 80 milioni di euro.

Alle persone fermate è stata contestata l’associazione a delinquere con l’aggravante mafiosa, per il metodo utilizzato e per aver agevolato gruppi mafiosi. Tra le armi sequestrate quattro fucili d’assalto, pistole, una mitraglietta e chiodi per bucare pneumatici, oltre a 21 bombe molotov.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare