Incisioni rupestri

Incisioni rupestri e lana protagoniste di “Per filo e per segno”

E’ in arrivo il nuovo progetto “Per filo e per segno” (“La lana racconta le incisioni rupestri della Vallecamonica”), per festeggiare i quarant’anni del primo sito Unesco italiano. L’idea nasce con l’obiettivo di lanciare un percorso di valorizzazione della storia e della cultura camuna all’insegna di moda, creatività, design ed arte rupestre, che sia unico nel suo genere. Il Distretto culturale di Breno, in collaborazione con lo Studio Giuliano&Giusy Marelli di Milano che ha creato il racconto dell’arte rupestre attraverso la lana, sono i creatori di quest’attività di promozione territoriale. Primo step, un concorso per artisti, artigiani e appassionati della maglia e dell’uncinetto che dovranno presentare capi ed oggettistica varia, di forma simile, od ispirata ai simboli presenti sulle incisioni camune. Il fine è di rapprensentare una mostra dedicata al futuro della lana. Con questo concorso si potranno attualizzare le incisioni che saranno interpretate nei lavori a maglia o uncinetto, ma anche offrire stimoli per incentivare la commercializzazione di risorse locali come la lana. Il prossimo appuntamento si terrà il 22 settembre con l’inaugurazione della mostra “Per filo e per segno” al Palazzo della Cultura e che sarà visitabile fino al 5 ottobre. Il progetto poi proseguirà a Milano con un’esposizione di manufatti risultanti dal progetto ed i capi dello Studio Marelli.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”