Incendio chiosco a Marone

Le fiamme hanno distrutto il chiosco sul lungolago tra Marone e Sale Marasino in via Cristini, poco prima della rotatoria che divide i due comuni. E’ accaduto attorno alle 11 di sera di questo mercoledì 6 aprile quando è stato dato l’allarme al 112 che immediatamente ha allertato i Vigili del Fuoco del distaccamento di Darfo ed i carabinieri di Marone. Una volta giunti sul psoot i vigili del fuoco hanno faticato non poco ad avere ragione dell’incendio che aveva intaccato le strutture in plastica ed in legno oltre al materiale stoccato all’interno, comprese le suppellettili e gli elettrodomestici, l’impianto di filodiffusione, il bancone bar-ristorante. Solo verso le due della notte è terminato il loro lavoro, dopo aver messo in sicurezza la zona che è rimasta transennata. Infatti i carabinieri di Marone hanno condotto le indagini per risalire alle cause del rogo: potrebbe trattarsi di una bombola difettosa o più probabilmente un cortocircuito. Infatti non vi sarebbero segni di effrazione nelle porte e nei portelloni del chiosco. Il ristorante all’aperto, con accanto una zona ricoperta e riservata ai clienti, è molto apprezzato e noto tra i frequentatori del Sebino: la famiglia Piccioli che lo gestisce, infatti, da anni ha mantenuto ottimi rapporti con una clientela particolare, quella dei pendolari, che passano volentieri lungo la litoranea anche per fare una sosta appetitosa a base di pesce fritto pescato fresco nel lago. Ora il locale è totalmente inagibile.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare