Incendio a Breno, 3 in ospedale

Furioso incendio all’alba di questo giovedì a Breno in via Bonomelli in centro storico, in una vecchia casa al civico 8 posta su due piani con un solaio rialzato.

Le fiamme, che sarebbero partite dal camino, hanno intaccato il tetto in legno con la masserizie accatastate e quindi si sono propagate al secondo piano dove vive una famiglia composta dal padre di 81 anni, dalla madre di 76 e dal figlio di 52. Il forte fumo che si è sprigionato, visto anche a distanza dal paese, ha causato un principio di asfissia per i tre occupanti della casa che sono stati soccorsi dalle ambulanze di Camunia Soccorso con l’automedica e trasferiti all’Ospedale di Esine in osservazione. Evacuata per precauzione anche una casa accanto dove vive un’anziana di 101 anni, così pure come altre due persone anziane di un’altra abitazione addossata a quella dove si è sprigionato l’incendio sono state portare all’esterno, ma nonostante qualche difficoltà respiratoria, non avrebbero accettato il ricovero in Ospedale.

Sul posto sono intervenute tre squadre di Vigili del Fuoco: dal vicino distaccamento di Breno con un’autobotte, da Darfo con l’autoscala e l’autobotte e da Edolo con un Defender, viste le strette vie di accesso. La casa si trova infatti nel nucleo storico del paese, a pochi metri dal palazzo della cultura e adiacente l’Ostello Castello.

I Carabinieri dell’aliquota radiomobile di Breno con gli uomini della Polizia locale hanno svolto le prime indagini sull’accaduto, mentre le vie di accesso sono state transennate per permettere lo spegnimento dell’incendio che di fatto ha distrutto buona parte della casa rendendola completamente inagibile. Le operazioni di spegnimento e messa in sicurezza della zona hanno richiesto svariate ore. Particolarmente delicato il sopralluogo sugli immobili del nucleo di case addossate tra loro, per verificare che non ci fossero possibili cause d’innesco di incendio.

 {gallery}incendio_breno{/gallery}

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare