Polizia locale notte.jpg

In città a Brescia lotta alla droga

Lunedì 9 e martedì 10 aprile la Polizia Locale di Brescia ha portato a termine due interventi per contrastare lo spaccio di droga nella zona della stazione ferroviaria. Gli agenti hanno arrestato due persone e hanno sequestrato 13 grammi di hashish.

Nel corso della prima operazione una pattuglia ha tenuto sotto controllo, in via Foppa e in via Solferino, i movimenti sospetti di un gambiano di 22 anni, già noto alle forze dell’ordine. Il ventiduenne si è incontrato con un giovane cliente e, raccolto un pacchetto nascosto in un’aiuola, gli ha consegnato parte del contenuto in cambio di denaro. Il cliente è stato raggiunto poco dopo dagli agenti e ha consegnato loro la dose di hashish che aveva appena acquistato. Gli uomini della Polizia Locale hanno quindi arrestato il giovane gambiano e hanno scoperto, all’interno dell’aiuola, un mattoncino e una stecca di hashish del peso totale di nove grammi. Addosso al ventiduenne sono stati trovati 85 euro, probabile frutto dell’attività illecita. In una seconda operazione alcuni agenti in borghese, a seguito di alcune segnalazioni, hanno controllato un bar di via Corsica. Giunti sul luogo gli uomini della Polizia Locale hanno notato che un uomo di origine algerina, da poco tornato in libertà dopo un periodo di carcerazione, stava rifornendo diversi spacciatori della zona. L’algerino è stato visto avvicinarsi ad alcune persone che, poco dopo, si sono allontanate su una Fiat Punto. Queste ultime, fermate dalla Polizia Locale in via Sardegna, hanno ammesso di aver appena comprato alcune dosi di hashish. Nel frattempo l’algerino, all’interno dello stesso bar, ha consegnato alcune dosi dello stesso stupefacente a due giovani pakistani, ricevendo in cambio del denaro. I due ragazzi sono stati fermati poco dopo e hanno consegnato agli agenti quanto avevano appena acquistato. La Polizia Locale ha quindi fermato l’algerino, che si era spostato in via Dalmazia, e gli ha sequestrato 175 euro. L’uomo è stato arrestato ed è disposizione dell’autorità giudiziaria.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare