Visita del Prefetto di Bergamo

Il Prefetto di Bergamo visita la Direzione provinciale dell’Agenzia delle Entrate

Nei giorni scorsi, è stata effettuata una visita istituzionale dal Prefetto di Bergamo, Elisabetta Margiacchi, presso la Direzione provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Bergamo, in Largo Belotti, Palazzo Uffici Statali. Il Prefetto, accompagnato dal Direttore provinciale, Antonino Lucido, ha visitato i nuovi locali accentrati nell’Agenzia delle Entrate in Largo Belotti dopo il trasferimento in altra sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo.
Durante la visita degli Uffici dell’Agenzia, il Prefetto ha riscontrato e apprezzato il nuovo assetto dell’Ufficio Controlli realizzato nella logica di ammodernamento gestionale attuata dal Direttore provinciale Lucido. Sono state visitate le “Sale Amiche” e la Stanza del “Cambia Verso” (una vera e propria novità) destinate anche agli Ordini Professionali e alle Associazioni di categoria. Nell’occasione, si è riscontrata la presenza di diversi “Punti di Contatto” con i cittadini e del nuovo “Tax Compliance Office” per la definizione delle controversie fiscali; un “Ufficio” unico nel suo genere, attivato da pochi mesi dal Direttore provinciale Lucido al fine di migliorare il dialogo Agenzia Entrate-contribuenti, dando assistenza, informazioni e chiarimenti in merito alla possibilità di chiudere le vertenze con il Fisco, secondo le norme vigenti e con le agevolazioni sanzionatorie del caso. Oggetto della visita anche il “Salone Storico d’Italia e della Repubblica”, in cui sono esposti arredamenti storici, oggetti, documenti, macchinari dell’Amministrazione pubblica finanziaria risalenti all’Unità d’Italia. Il Prefetto, nel visitare l’Ufficio territoriale di Bergamo 1, ove si registrano – come peraltro in tutti gli Uffici territoriali della provincia di Bergamo – tempi di attesa inferiori ai dieci
minuti, ha esternato al Direttore provinciale ed ai funzionari dell’Agenzia apprezzamenti per l’ascolto e l’attenzione riservati ai contribuenti, nell’ottica della trasparenza e della semplificazione degli adempimenti tributari, augurando che il “modello Bergamo” possa essere d’esempio per una Amministrazione pubblica sempre più manageriale, moderna e funzionante, al servizio dei cittadini, della gente e delle imprese fiscalmente virtuose, corrette, oneste e sane.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli