Sequestro Giacomini.jpg

Il Giudice non crede alla versione di Haida

Il giudice per le indagini preliminari Riccardo Moreschi ha convalidato l’arresto e mantenuto in cella il Abdeleouahed Haida, il marocchino 37enne che per due giorni a Villanuova sul Clisi ha sequestrato Mirko Giacomini, l’operaio di 44 anni di Gavardo ritenuto dallo straniero l’amante della sua ex moglie.

Il giudice, infatti, lo ritiene pericoloso: durante l’interrogatorio in carcere l’uomo ha rilasciato dichiarazioni spontanee, ribadendo che non voleva fare male a nessuno, ha cambiato versione sull’arma utilizzata, e poi si è chiuso nel silenzio. Ma rispetto alla pistola a salve usata per il sequestro, Haida aveva dichiarato in un primo momento di averla trovata, mentre poi ha raccontato di averla comprata. Inizialmente si era detto sicuro fosse vera, ma ora dice che sapeva di avere in mano una scacciacani. Nel frattempo nelle prossime ore è previsto un sopralluogo nella soffitta dove è stato tenuto l’ostaggio. Gli inquirenti vogliono capire come Haida abbia fatto ad entrare senza farsi vedere dai carabinieri che sorvegliavano proprio quell’immobile.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”