Il CNSAS incontra gli studenti

L’informazione corretta sulla prevenzione del rischio in montagna e sulla diffusione di una cultura della sicurezza è uno dei principali compiti istituzionali del CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico).

Sono numerose le iniziative promosse non solo attraverso le campagne nazionali ma anche a livello locale: tra le più importanti ci sono quelle rivolte ai bambini e ai ragazzi, realizzate in collaborazione con le scuole. Nei giorni scorsi in Val Adamé, al Rifugio Lissone, la Stazione di Media Valle della V Delegazione Bresciana ha incontrato gli studenti delle scuole medie di Cevo, per una giornata dedicata proprio alla sicurezza in montagna, vissuta però anche come un momento di svago e di gioco, insieme con i soccorritori. Tutto è cominciato con un incontro all’interno del rifugio, in cui i tecnici hanno dato consigli utili per frequentare la montagna e per organizzare le escursioni. Poi, all’esterno, i ragazzi hanno potuto vedere da vicino e vivere in prima persona la ricerca con dispositivi artva, prove di rianimazione, il passaggio sul ponte tibetano e la discesa con la carrucola, con la supervisione del gestore del rifugio, Domenico Ferri, soccorritore del CNSAS Lombardo e guida alpina. (foto e testo CNSAS Lombardia)

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare