Cerca
Close this search box.
Il “Bravo Papà” compie 30 anni, il Club Valgandino premia Antonio Percassi

Il “Bravo Papà” compie 30 anni, il Club Valgandino premia Antonio Percassi

L’originale riconoscimento dell’Atalanta Club Valgandino istituito nel 1994, assegnato “alla carriera” al presidente neroazzurro, padre di sei figli e della grande famiglia atalantina. Martedì 19 marzo la serata neroazzurra al Ristorante “Da Leone” di Vertova.
Un riconoscimento semplice e caloroso, istituito nel 1994 da un gruppo storico del tifo neroazzurro e divenuto negli anni appuntamento irrinunciabile di primavera. L’Atalanta Club Valgandino, presieduto sin dalla fondazione da Enzo Conti, nella riunione del 14 febbraio (giorno di San Valentino) la deliberato l’assegnazione del premio “Bravo Papà Franco Moioli a.m.” al presidente atalantino Antonio Percassi.
“Il premio – sottolinea Conti – è da sempre riservato a un calciatore neroazzurro che abbia avuto la gioia di diventare padre. Il primo fu Maurizio Ganz nel 1994, poi negli anni è toccato, fra gli altri, a Fabio Gallo, Riccardo Zampagna, Josip Ilicic, Papu Gomez, Marten De Roon e, negli ultimi anni, Mario Pasalic, Hans Hateboer e Francesco Rossi. E’ un premio che evita qualsiasi scelta di merito, andando al di là della stretta attività agonistica. Vuole semplicemente sottolineare come nella vita e nello sport gli aspetti umani restino sempre e comunque prioritari. Proprio per questo, in coincidenza con i 30 anni dalla sua istituzione, abbiamo deciso di assegnare il premio al presidente Antonio Percassi, ultimo genito di sei fratelli e padre di sei figli, ma anche “bravissimo papà” della grande famiglia atalantina, che vive l’ennesima stagione carica di soddisfazioni. Vogliamo premiare il Percassi del “fate i bravi”, quello commosso di Dortmund, quello che anche quest’anno porta i nostri sogni in Europa”.
Antonio Percassi, nato a Clusone nel 1953, è imprenditore di successo in diversi settori e presidente dell’Atalanta dal giugno 2010, dopo aver rivestito lo stesso ruolo anche fra il 1990 ed il 1994. In questi anni la crescita della società e della squadra, soprattutto nell’era di mister Gian Piero Gasperini, è stata esponenziale. Antonio Percassi è padre di Luca (amministratore delegato dell’Atalanta), Stefano, Matteo Giuliana, Federica e Michael, nato nel 2013 e super tifoso neroazzurro.
Dal 2022 il premio “Bravo Papà” ha una dedica particolare per Franco Moioli, supertifoso atalantino di Ponte Nossa, venuto a mancare nel corso della pandemia. La famiglia Moioli, dedita da sempre all’attività orafa, realizza sin dalla prima edizione l’artistico riconoscimento, che riproduce in oro e argento uno scorcio del centro storico di Gandino. Oltre ad annunciare l’assegnazione del premio il Club Valgandino ha anche confermato il festoso appuntamento della Cena Sociale, nel corso della quale è prevista la consegna del riconoscimento. Si terrà presso il ristorante Da Leone di Vertova martedì 19 marzo alle ore 19.30. Per le iscrizioni sono disponibili i recapiti Whasapp 347.4150921 e 338.5336162.
Per il Club Valgandino nel 2024 ci sono da festeggiare anche altri anniversari importanti: il 45° di fondazione (il gruppo nacque nel 1979) ed i 40 anni dall’incisione dell’inno “Forza Atalanta” con Marino Magrin. La felice composizione, tuttora nel cuore di tanti tifosi, fece infatti il suo esordio alla stadio di Bergamo il 1 aprile 1984 in occasione dell’incontro Atalanta-Como, valevole per il campionato di Serie B. Si rivelò da subito un formidabile amuleto: in quella partita Magrin segnò un magnifico gol su punizione e al termine della stagione l’Atalanta di Sonetti ritornò in Serie A, vincendo il campionato proprio davanti al Como. Il Club Valgandino, che conta circa 150 iscritti, ha avviato negli anni importanti iniziative di solidarietà: dalla costruzione di un asilo nido a Chacuela, sulle Ande boliviane, al sostegno all’Orfanotrofio di Kankao e all’asilo Happy Island nel carcere di Zomba in Malawi, all’infermeria di Llamellin in Perù, ma anche al recupero della Croce di Corno sui monti della Val Gandino e a diversi progetti strutturali per Casa di Riposo, chiese di Santa Croce e Valpiana a Gandino. Il Club organizza a Gandino la storica “Corsa delle Uova” originalissima manifestazione che si svolge dal 1931, all’antivigilia della prima domenica di luglio (quest’anno 5 luglio 2024). Nel 1999 i festeggiamenti per il ventesimo di fondazione portarono a Gandino la Ferrari di Formula 1 e la realizzazione di uno speciale annullo delle Poste Italiane. Nel 1997 il Club Valgandino ha ricevuto il Premio Pino Pozzoni, riservato ai clubs neroazzurri più attivi.

Condividi:

Ultimi Articoli

Inaugurata la ciclovia Bergamo – Brescia

Inaugurata oggi pomeriggio, 13 aprile, la ciclovia Bergamo-Brescia: 76 chilometri attraverso 28 comuni delle due province.  Si tratta di un’opera molto attesa soprattutto dagli appassionati

ambulanza montagna.jpg

Investito dalla sua auto muore un 73enne

Investito dalla sua auto, un 73enne di Vertova, Francesco Zucclini, meglio conosciuto come Franco, ex muratore e camionista in pensione,  ha riportato ferite gravissime che