sagra mela valle brembana

Il 20 e 21 ottobre torna la Sagra della Mela

Nona edizione per l’atteso appuntamento a Piazza Brembana (BG) organizzato da AFAVB, Alto Brembo e Comune di Piazza Brembana.
Non solo mele: in programma degustazioni, burattini, animazione, le note del baghèt e teatro dialettale

Sabato 20 e domenica 21 ottobre 2018 torna a Piazza Brembana la “Sagra della Mela”, organizzata dall’Associazione Frutticoltori Agricoltori Valle Brembana (AFAVB) in collaborazione con Comune ed Altobrembo. Giunta alla nona edizione, è un appuntamento all’insegna delle tipicità, che unisce a promozione e vendita delle pregiate Mele Val Brembana la valorizzazione dell’enogastronomia locale anche attraverso decine di ristoranti con menù a prezzo convenzionato.

Nel corso delle due giornate sono in programma un convegno dedicato alle antiche varietà di mela, animazione con il “baghèt” di Casnigo e merenda a tema per i bambini con il fascino dei burattini di Virginio Baccanelli. Per gli appassionati dimostrazioni tecniche di coltivazione e potatura del melo, concorsi per le mele e le torte più buone, ma soprattutto decine di stands con i prodotti a chilometri zero della Valle Brembana, imperdibili e gustosi.

L’AFAVB, nata formalmente nel 2007 a Moio de’ Calvi, vanta oltre vent’anni di impegno. In questi anni sono state messe a dimora in Valle Brembana decine di migliaia di nuove piante, soprattutto melo, ma anche pero, pesco, albicocco, ciliegio, susino e actinidia (kiwi). Un impegno che ha reso possibile il recupero di molti terreni (il campo scuola “Arcobaleno delle Mele” di Moio ne è esempio concreto) altrimenti abbandonati. La consulenza di tecnici esperti ha consentito di selezionare una qualità di alto livello, ottimizzando la resa dei frutteti e valorizzando al meglio le proprietà dei terreni. Le analisi hanno confermato che la Valle Brembana ha ottime peculiarità, addirittura superiori a quelle di zone più rinomate. La sede AFAVB è stata messa a disposizione dal Comune di Moio de’ Calvi negli spazi dell’Asilo don Ambrogio Calvi.

Di recente è stato creato, sempre a Moio de’ Calvi, il Frutteto Biologico. “Insieme al campo scuola – spiega Pinuccio Gianati, presidente AFAVB dal 2017 – è luogo ideale per apprendere i segreti della frutticoltura, per lezioni di aggiornamento e prove pratiche di potatura, dirado e trattamento responsabile. Il logo del Campo Scuola è stato proposto e realizzato dai ragazzi delle scuole della Valle, per sottolineare come l’impegno verso i più giovani sia costitutivo della nostra realtà associativa”. Per segnalare la qualità e la genuinità delle Mele della Val Brembana, è nato uno specifico marchio di tutela. La vistosa scelta cromatica mette in evidenza i colori della natura e quelli delle varietà coltivate: Golden, Gala, Red Delicious, Renetta e Topaz. “Sono anche i colori – sottolinea Bruno Gotti, segretario AFAVB – della maschera di Arlecchino, biglietto da visita della Val Brembana e del territorio bergamasco”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare