I teli geotessili tornano a coprire il Ghiacciaio Presena

Da dodici anni a questa parte, in questo periodo dell’anno si ripete un lungo e meticoloso lavoro per preservare il Ghiacciaio Presena: una rete di teli geotessili viene stesa sul ghiacciaio in modo da preservarlo dai raggi solari dell’estate. Questo per ridurre il fenomeno dell’ablazione, il processo di vaporizzazione/erosione associato alla glaciologia.

I teli sono stati stesi per la prima volta nel 2008. Nel corso degli anni, la superficie di ghiacciaio coperta dai teli è andata via via aumentando. Si è passati dal 40.000 metri quadrati nel 2014 ai 100.000 metri quadrati dell’estate 2019. Qual è la loro funzione? Riflettere la luce solare riducendo così la temperatura della neve. Le pratiche per prevenire lo scioglimento non si limitano alla sola stagione estiva. Durante l’inverno si attua l’altra fase del programma: la superficie nevosa viene incrementata da uno sparaneve e questo avviene fino a marzo inoltrato. Lungo il ghiacciaio vengono disposti dieci cannoni sparaneve con una portata oraria di 220 metri cubi.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli