Manuela Bailo 1

I Carabinieri nella sede della Uil di Brescia

Questo martedì mattina 4 settembre una pattuglia dei Carabinieri ha raggiunto la sede della Uil in via Vantini a Brescia, dove lavoravano Manuela Bailo, uccisa da Fabrizio Pasini, suo collega di lavoro e suo amante, nella notte tra il 28 e 29 luglio ad Ospitaletto.

Ancora non è chiaro se l’operazione sia collegata al delitto della 35enne di Nave e se il materiale, de computer presi dai carabinieri, sia posto sotto sequestro. Di certo i militari sono stati visti con i due supporti informatici mentre uscivano dalla sede del sindacato. Intanto dal carcere Fabrizio Pasini continua a dichiarare di non aver tagliato la gola a Manuela, come invece affermato dal Procuratore Capo della Repubblica nella conferenza stampa tenutasi all’indomani dell’arresto di Pasini.

 

 

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli