I Carabinieri di Clusone setacciano il territorio con i droni

I Carabinieri del Comando di Clusone hanno individuato tramite i droni e sanzionato quattro ragazzi di Albino, studenti universitari tra i 22 ed i 25 anni, scoperti dal drone lungo il sentiero della Madonna della Neve, che da Albino conduce a Selvino con un dislivello di circa 650 metri e che costeggia la funivia che collega i due Comuni.

Dalle 15 alle 17.30 di sabato 18 aprile i Carabinieri della compagnia di Clusone, con l’ausilio di un drone e di un pilota messo a disposizione dalla Società Egidas di Ponte San Pietro e con il supporto del Personale della Protezione Civile, hanno effettuato controlli in diverse aree nel territorio di Albino. L’obiettivo dell’intervento è far rispettare le norme sugli spostamenti previsto dal DPCM, ma anche il controllo del territorio per la repressione del fenomeno di consumo e spaccio di stupefacenti. Il Comandante della Compagnia di Clusone capitano Daniele Falcucci che coordinava sul posto le operazioni attraverso un monitor che replicava le immagini riprese dal drone, ha comunicato a sei carabinieri della Stazione di Albino, comandata dal Luogotenente Francesco Chiofalo, che in abiti civili percorrevano il sentiero, di aver avvistato quattro persone all’altezza del Santuario della Madonna della Neve che si trova quasi a metà del sentiero. I quattro ragazzi sono così stati raggiunti, identificati e sanzionati. Al termine delle operazioni, intorno alle 16.15, le operazioni si sono svolte nella zona del Capolinea di Albino della Teb, con lo scopo di verificare l’area sottostante che costeggia il fiume. Dalla telecamera del drone non si notavano persone sul lungo fiume; sono comunque stati fermati, identificati e sanzionati tre uomini, di cui un operaio quarantenne ed incensurato di Selvino, che sarà segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanza stupefacente, perché appena sceso dal trenino è stato sorpreso ad ad accendere uno spinello. Sono stati sanzionati anche due sessantenni incensurati di Nembro che stavano per salire sul trenino affermando che stavano tornando a casa dopo una passeggiata. I controlli, disposti dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Bergamo, proseguiranno nei prossimi giorni in tutta la Provincia.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli