Gravissima bambina di 22 mesi azzannata dal cane

Una bambina di 22 mesi è stata azzannata alla testa dal cane del nonno: è accaduto nel primo pomeriggio di questa domenica 10 maggio a Cividate Camuno, nel giardino della villa dei nonni materni della piccola. La piccola Matilde, figlia del ginecologo dell’ospedale di Esine Stefano Gioia e dell’ostetrica Alessia Battaglia, versa in condizioni gravissime all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

La famiglia di Matilde che vive a Berzo Inferiore si era spostata a Cividate, in via Borgo Olcese, per passare la domenica con i nonni materni anche perché mamma e bimba avevano trascorso il lockdown lontano dalla Valle e dal papà e non li vedevano da diverse settimane. Dopo pranzo Matilde era uscita nel grande giardino della villa, situata in fondo alla via, proprio al confine con Cogno. All’improvviso il boxer del nonno si è avventato sulla piccola azzannandola alla testa. I genitori e i nonni le hanno subito prestato soccorso e Matilde è stata portata in ospedale a Esine, dove i sanitari, viste le sue condizioni, hanno preso la decisione di trasportarla in eliambulanza a Bergamo. Le condizioni della bimba sono sempre rimaste gravissime; secondo alcune informazioni, avrebbe avuto un arresto cardiaco durante il volo in elicottero. Su quanto accaduto con rilievi e indagini si stanno occupando i Carabinieri della compagnia di Breno. Il cane è rimasto chiuso nell’abitazione, in attesa che anche l’Ats svolga gli accertamenti sull’animale che potrebbe essere sequestrato o soppresso. Il nonno della bambina è personaggio molto noto nell’ambiente veterinario e sanitario della Vallecamonica e dell’Ats della Montagna perché era stato fino a un paio di mesi fa direttore del dipartimento veterinario dell’Ats della Montagna e punto di riferimento di Ats negli uffici di Breno,

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli