Finanziamento di un milione e mezzo per la messa in sicurezza del Monte Saresano

“Ci metteremo al lavoro fin da ora per produrre il progetto definitivo esecutivo. Siamo ovviamente grati a Regione Lombardia per avere scelto Autorità di Bacino, che gestirà direttamente le risorse messe a disposizione, appalterà i fondi e gestirà, in un secondo momento i lavori di messa in sicurezza. Si tratta di una grande opportunità per il territorio”. Queste le parole del Presidente dell’Autorità di Bacino Lacuale dei Laghi Iseo, Endine e Moro, Alessio Rinaldi, dopo la conferma da parte di Regione Lombardia e dell’assessore al territorio ed alla Protezione Civile Pietro Foroni, di un prossimo finanziamento di un milione e mezzo di Euro, in favore del progetto di messa in sicurezza del Monte Saresano a Tavernola Bergamasca. L’area, come risaputo, era salita alla ribalta delle cronache locali e nazionali, per un possibile distacco di un costone roccioso di circa due milioni di metri cubi. In questi mesi l’autorità di Bacino ha lavorato fianco a fianco di professionisti del settore geologico e ingegneristico, e collaborato con la Comunità Montana e le amministrazioni comunali del Sebino per aumentare la sicurezza (attraverso la revisione dei piani di evacuazione) in ogni comune esposto a potenziali rischi derivanti dalla paventata frana. “Un lavoro di squadra che ha coinvolto tutti gli enti – ha chiuso Rinaldi – e che anche grazie ad una risoluzione parlamentare da un futuro certo al progetto di messa in sicurezza del Monte Saresano. Il governo si è infatti impegnato a mettere a disposizione ulteriori fondi per effettuare i lavori sulla sponda bergamasca”. “Autorità di Bacino – ribadisce il Presidente – ha dimostrato di sapere e potere gestire questo impegno, e ne siamo davvero orgogliosi”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La Lombardia rimane gialla

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha confermato che la Regione resta in zona gialla. “Lo confermano i dati del monitoraggio settimanale della cabina di