Festa grande della Protezione Civile di Cevo

Grande festa a Cevo per i 30 anni della presenza del gruppo comunale di Protezione Civile: nell’occasione è stato presentato il nuovo mezzo anticendio della capacità di 2.000 litri acquistato con i fondi dei Comuni di confine.

30 anni fa nasceva il primo nucleo di Protezione Civile di Cevo: come dotazione avevano una pompa antincendio montata su una motocarriola; in questi anni sono stati fatti molti progressi sia tecnologici che formativi. Questa domenica, per festeggiare il trentesimo, è stata organizzata una grande festa e nell’occasione è stata presentata la nuovissima autobotte particolarmente adatta alle viuzze dei centri storici della vallata. La festa è stata allietata dalla presenza di 70 allievi della Scuola provinciale per Vigili del Fuoco di S. Michele all’Adige. In questi anni le attività dei volontari, di cui alcuni storici fondatori del gruppo, sono aumentate e si sono diversificate: ma prima tra tutte vi è l’attività antincendio, di estrema importanza per Cevo e la Val Saviore. Infatti, il distaccamento di Vigili del fuoco più vicino dista circa 23 chilometri e, strada permettendo, raggiungere Cevo significa impiegare almeno 25 minuti su una strada pur bella ma di montagna. Da qualche anno la Protezione Civile di Cevo sta impiegando una speciale botte antincendio di dimensioni molto ridotte, acquistata da un distaccamento del Trentino, usata con successo negli interventi nei paesi della valle, come a Saviore, a Valle e nei giorni scorsi a Cevo. Spesso il mezzo è stato usato negli incendi boschivi delle abetaie della valle, in luoghi impervi, difficili da raggiungere dove senza questo mezzo speciale i danni sarebbero stati rilevanti. Ma ora è tempo che questa piccola autobotte vada in pensione per la sicurezza degli operatori. Ecco allora la buona volontà dei volontari,d ella popolazione, degli amministratori, dell’Unione dei Comuni che, grazie ai fondi ex-Odi derivanti dai comuni confinanti, ha consentito l’individuazione del mezzo più idoneo, il suo acquisto e la consegna questa domenica in una cerimonia molto sentita e partecipata. Il mezzo è costato complessivamente 180.000 euro, dei quali 150.000 dai fondi dei comuni confinanti, 15.000 da fondi del Ministero degli interni e 15.000 euro dai fondi propri del Comune di Cevo. Il nuovo mezzo monta a bordo anche un defibrillatore DAE di ultima generazione.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La casa che verrà

Con un cospicuo investimento la vecchia caserma della guardia di finanza di Breno diventerà un centro all’avanguardia per i disabili con un nuovo social food,

Clusone, la città dei balocchi

Sabato 4 dicembre in occasione della Notte Bianca, Comune di Clusone e Turismo Pro Clusone presentano “Clusone, la città dei balocchi“. A partire dal pomeriggio

Selvino, si avvicina il Natale

Dal 4 dicembre nel cuore di Selvino si accende Il Natale con Il Natale a 1000: mercatini tradizionali e iniziative natalizie per bambini e adulti