Fermato un italiano 23enne per la morte di Yaisy Bonilla

Gli agenti della Squadra Mobile di Brescia hanno identificato e bloccato un italiano di 23 anni, al momento in stato di fermo.

Il giovane sarebbe finito al centro delle indagini sull’accoltellamento di Yaisy Bonilla, il 21enne colombiano morto alla Poliambulanza di Brescia dopo 10 ore di agonia. Il giovane era stato accoltellato durante una discussione fuori dalla discoteca “Disco Volante” in via Corsica. Il sudamericano si trovava con la propria fidanzata, una 27enne, che ha assistito alla scena: le sue testimonianze sono state determinanti per gli inquirenti ai fini della ricostruzione dell’accaduto. Il giovane italiano fermato nella mattina di lunedì 3 aprile ha precedenti giudiziari e avrebbe confessato di aver accoltellato il colombiano all’addome e pare abbia agito nel momento in cui era stato allontanato proprio dal 21enne per una parola di troppo nei confronti della ragazza.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli