Asilo Darfo vendita

Fa discutere la Chioccia a Darfo

Non c’è pace per «La Chioccia», l’ex-nido comunale di Darfo chiuso due anni e mezzo: la Giunta lo ha inserito nell’elenco dei beni in vendita per un valore di 815mila euro con il vincolo che la struttura dovrà essere utilizzata per scopi sociali.

La decisione ha scatenato le preoccupazioni dei gruppi di minoranza che nella seduta consiliare che si è svolta lo martedì 19 dicembre hanno chiesto un immediato dietro front. Le minoranze sostengono infatti che con l’attuale crisi del mercato immobiliare, c’è il rischio concreto che l’asta vada deserta più volte con conseguente ribasso del prezzo di vendita. Dalla maggioranza è stato risposto che il bene è vincolato a scopi sociali e in quell’area non si potranno costruire appartamenti. L’Assessore al Bilancio della cittadina termale ha poi affermato che non si sta discutendo della vendita del bene: la delibera è solo un avviso esplorativo per raccogliere manifestazioni d’interesse da parte di privati.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché