Scuola Corridoni.jpg

Evacuati bambini e maestre dalla Scuola Corridoni

Sedici evacuazioni in un anno alla scuola primaria Corridoni di Via San Bartolomeo, quartiere Sant’Eustacchio, a Brescia: bambini, docenti e personale sono usciti dalle classi ben 16 volte dal settembre del 2018. Martedì 12 novembre la prima evacuazione del nuovo anno scolastico: i muri dell’istituto hanno tremato ancora, e bambini e maestre hanno lasciato le aule.

Sono rimasti fuori per circa un’ora, aspettando l’arrivo dei Vigili del Fuoco che hanno effettuato i dovuti accertamenti prima di rientrare in classe. Delle vibrazioni alla Corridoni si parla ormai da anni: sono come dei piccoli terremoti, spesso avvertiti solo all’interno dell’istituto scolastico ma qualche volta anche nelle case e nei palazzi vicini. Negli ultimi mesi sono stati convocati tavoli di confronto e analisi, con il coordinamento della Prefettura, sono stati fatti accertamenti e verifiche. Dal punto di vista tecnico, è emerso che la scuola è sicura e non si corrono rischi. Ma le vibrazioni continuano. E ad oggi non ci sarebbe un metodo scientifico per indicare quando sarebbe il caso di uscire dall’aula e quando no. I genitori sono preoccupati per l’incolumità e la sicurezza dei loro bambini, ma anche per quel che riguarda la didattica, perché si perdono ore e ore di lezione, oltre allo stato di continua preoccupazione per chi vive all’interno dell’edificio scolastico.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Cinema e Cibo: al cinema insieme…

La nuova edizione di “Cinema e Cibo-Cinema insieme…”  promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Pro Loco di Darfo Boario Terme e il Consorzio Turistico Thermae&Ski

Carne, zucca e castagne

A Cascina Clarabella di Corte Franca si apre un ciclo di serate gastronomiche a tema dedicate all’autunno. Le serate si svolgono al ristorante della cooperativa

i Geppetti abbelliscono Colere

Dopo la mostra estiva delle sculture e oggettistica in legno, il gruppo de I Geppetti di Colere (Associazione di Promozione Sociale),  ha avviato il nuovo