papo

Europa League, l’Atalanta schianta l’Everton Gasp: «Felice per i tifosi»


Bottino pieno per le italiane in Europa League. Parte bene la Lazio che passa per 3-2 in casa degli olandesi del Vitesse Arnhem nella prima giornata del girone K. Parte bene la squadra di Simone Inzaghi che al 7′ trova l’esterno della rete con Caicedo e al 14′ sfiora il gol con un colpo di testa di Luis Alberto. Al 24′ altro colpo di testa, questa volta di De Vrij, che finisce alto sopra la traversa. Al primo vero affondo, però, il Vitesse passa in vantaggio con Matavz che al 33′ mette in porta da due passi dopo un cross dalla destra di Raschica. La Lazio trova il pareggio al 51′ con un tiro al volo di Parolo dal limite dell’area ma dopo 6′ gli olandesi tornano in vantaggio con Linssen che sfrutta nel migliore dei modi un cross rasoterra dalla destra di Raschica.Il Vitesse sfiora in un paio di occasioni il 3-1 con Matavz e Bruns ma viene raggiunto sul 2-2 al 67′ da Immobile, entrato a inizio ripresa, servito di tacco da Caicedo. E dopo nove minuti arriva il gol decisivo di Murgia.

Due belle vittorie anche per il Milan e l’Atalanta nella prima giornata di Europa League. I rossoneri, impegnati nel girone D, si sono facilmente imposti per 5-1 in casa dell’Austria Vienna. Grande protagonista Hakan Calhanoglu che ha aperto le marcature al 7′ e ha servito due assist per Andrè Silva, andato in rete al 10′ e al 20′. Al 47′ gli austriaci accorciano le distanze con Borkovic ma il Milan segna ancora due volte, al 56′ ancora con Andrè Silva e al 63′ con Suso, appena entrato al posto di Kalinic.

Nella prima partita del girone E l’Atalanta domina l’Everton e vince 3-0. I gol nel primo tempo: Masiello al 27′ su azione di calcio d’angolo, Gomez al 41′ con un tiro a giro dal limite dell’area e Cristante al 44′ su passaggio di Petagna. “Si è spostata mezza città. C’era tanta emozione siamo felici di aver regalato questa serata ai nostri tifosi”. Gian Piero Gasperini sorride, entusiasta.

L’Atalanta ha stravolto i pronostici e ha rifilato una sconfitta netta all’Everton di Rooney. “Temevo l’Everton per la fisicità – continua il tecnico dei bergamaschi – ma oggi è andata davvero bene. Domenica in campionato non abbiamo fatto benissimo, speravo invece questa sera di giocare con tranquillità e qualità”. Tanti complimenti anche a Petagna: “Quando gioca così fa la differenza, può sempre rappresentare un valore in più. Abbiamo fatto una buona preparazione e disputato molte partite prima di ora, la nostra è una squadra che fa tanto movimento e che prende nota anche dal campionato scorso. Campionato e coppa? Lo sappiamo, da due giorni siamo a Reggio e l’abbiamo vissuta con grande attesa, ovvio che c’è stanchezza, giocare di lunedì sarebbe meglio, ma abbiamo una rosa ampia e voglio creare una squadra che possa giocare con più giocatori”.


LE PAGELLE

Atalanta (3-4-1-2): Berisha 6; Toloi 6.5, Palomino 6.5, Masiello 7 (31’ st Caldara 6), Hateboer 6.5, Cristante 7 (37’ st Kurtic s.v.), De Roon 6, Freuler 6.5, Castagne 6, Petagna 7 (35’ st Cornelius s.v.), Gomez 7.5 (91 Gollini, 7 Orsolini, 32 Haas, 95 Bastoni) All. Gasperini 7.5

Everton (4-2-3-1): Stekelenburg 5.5; Holgate 5, Jagielka 4.5, Keane 4.5, Baines 5; Besic 5, Schneiderlin 5 (21’ st Ramirez 5), Rooney 5.5 (21’ st Klaassen 5), Vlašić 5, Sigurdsson 5, Calvert-Lewin 5. (1 Pickford, 5 Williams, 11 Mirallas, 15 Martina, 17 Gueye) All. Koman 4.5

Arbitro: Bezborodov 6

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Sole

Equinozio d’autunno: 22 settembre 2020

Arriva implacabile l’equinozio d’autunno, l’evento astronomico che decreta la fine dell’estate e l’inizio della stagione autunnale per l’emisfero boreale. Al contrario, nell’emisfero australe inizia la