Youbi

Espulso marocchino di Vobarno legato a El Abboubi Anas

Nella mattinata di giovedì 1 giugno il R.O.S. ha dato esecuzione ad un decreto di espulsione per ragioni di Sicurezza nazionale, nei confronti del cittadino marocchino Youbi Mohammed Zakariae, dimorante a Vobarno.

L’inchiesta è emersa a seguito del monitoraggio dell’entourage del noto “foreign fighter” El Abboubi Anas, già arrestato nel 2013 per reati di terrorismo e, a seguito della sua scarcerazione, trasferitosi in Siria per unirsi alla jihad. Youbi ha nel tempo evidenziato marcatori di radicalizzazione comuni anche ai recenti autori di attentati di stampo jihadista perpetrati in Europa, documentati in primis dall’analisi dei profili social a lui riconducibili. La radicalizzazione di Youbi Mohammed Zakariae è stata inoltre accertata da una costante attività info-investigativa operata sul territorio che ha consentito di evidenziare l’incessante attività di proselitismo nei confronti di altri coetanei di Vobarno anche avvicinando giovani nei luoghi pubblici del paese. E’ stato ben definito anche l’orientamento ideologico radicale del giovane, emerso anche nei contatti intrattenuti con un altro extra unionista – a sua volta legato a El Abboubi Anas – al punto da mutare nettamente il suo aspetto e la propria condotta di vita. Tali elementi di pericolosità e la condivisione dell’ideologia propagandata da network terroristici quali “Daesh”, sono stati documentati anche a seguito di mirata attività di Polizia Giudiziaria che ha consentito di reperire sul PC e sul cellulare di Youbi materiale di inequivocabile interesse. In particolare, nel PC è stata identificata la presenza di numerosi files jpeg, di natura jihadista e nel telefono cellulare alcune chat messanger tra lo stesso Youbi Mohamed Zakaria ed un sedicente internauta “Mehdi New”, sicuramente trasferitosi in territorio siriano di conflitto.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare