“Effetto green pass”: boom di prenotazioni da parte dei giovanissimi

“Effetto green pass”. Crescono esponenzialmente le prenotazioni per le vaccinazioni, ma non in tutte le fasce di età. A fare da traino, da quando è stato annunciato l’obbligo di certificato verde per usufruire di determinate attività al chiuso, in vigore dal 6 agosto, sono soprattutto i giovani: la crescita più esponenziale nella popolazione tra i 20 e i 29.

A confermarlo sono i numeri dellAts di Bergamo: le prenotazioni effettuate tra il 7 luglio e il 9 agosto hanno fatto segnare dei picchi importanti tra il 22 e il 23 luglio, proprio dopo l’annuncio dell’arrivo del certificato verde (con rispettivamente 5.021 e 7.794 prenotazioni).

In questo arco temporale il 32% delle prenotazioni è stato fatto da persone sotto i vent’anni, il 19% tra i 20 e i 29 e un 19% anche per la fascia tra i 30 e i 39. Discorso a parte, invece, per le fasce di età considerate più a rischio: i meno convinti restano la fascia tra i 50 e i 59 anni (10% di prenotazioni) e quella tra i 60 e i 69 (un misero 2%).

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli