Incidente ENdine

E’ un camuno di 28 anni il ragazzo morto sulla ss42

Un morto e otto feriti di cui due gravissimi nello scontro frontale avvenuto attorno alle 15.30 all’altezza del chilometro 52 della Statale 42 in territorio di Endine Gaiano.

Un furgone Opoel Vivaro di una dotta di Pisogne color argento metallizzato che procedeva verso nord si è scontrato frontalmente con un pullmann di linea della SAB di Bergamo che procedeva in senso opposto. L’impatto è stato fortissimo al punto che il pulmann ha respinto indietro per qualche decina di metro il furgone. Immediato l’allarme al 112: sul, posto sono arrivate in sequenza 4 ambulanze da terra da Lovere, Pisogne, Trescore e ANPAS Valseriana, da Sondrio e Bergamo i due elicotteri del 118, per prestare soccorso a quella si presentava come una strage della strada. Ai primi soccorritori è parso subito chiaro che per un 28enne che sedeva accanto al guidatore del Vivaro non c’era più nulla da fare. Gravissime le condizioni del 31enne rumeno alla guida così pure come quelle di un 5enne trasportato. I due sono stati trasferiti a Bergamo e Brescia in elicottero in codice rosso. Altri sei feriti, fortunatamente in modo meno grave, sono stati trasportati dalle ambulanze da terra negli ospedali della zona. Sul posto i Carabinieri di Lovere con il comandante della stazione di Sovere per i rilievi di legge, con la collaborazione della Polizia locale di Endine. I vigili del fuoco di Lovere e Clusone hanno effettuato le operazioni di messa in sicurezza della zona, pulizia dei detriti dell’incidente sparsi ovunque e rimozione dei mezzi incidentati con l’ausilio di gru speciali. La slama del giovane è stata trasportata a cura della ditta Vitalia nella camera mortuaria del cimitero di Endine a disposizione dell’autorità giudiziaria. Traffico in tilt lungo la statale 42 con code chilometriche di automezzi pesanti.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La Lombardia rimane gialla

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha confermato che la Regione resta in zona gialla. “Lo confermano i dati del monitoraggio settimanale della cabina di