Carabinieri MArijuana

Due arresti per droga in Vallecamonica

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Breno hanno arrestato un 47enne, italiano, incensurato e un 41enne, italiano, censurato, entrambi residenti a Ceto, per “coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

Il 47enne nel corso di un servizio finalizzato alla repressione dell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, sottoposto a perquisizione presso la sua abitazione, è stato trovato in possesso di quattro grammi di marijuana e di tre piante di Cannabis Indica quasi mature e pronte per la raccolta, coltivate dell’orto. Durante le fasi dell’attività di Polizia Giudiziaria in corso, è stato appurato anche il coinvolgimento del 41enne che, sottoposto a perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 4 grammi di marijuana e un grammo di hashish. E’ stato inoltre trovata una serra per la coltivazione della marijuana, provvista di lampade alogene, ventilatori, aspiratori, termometri e materiale isolante per mantenere costante la temperatura e terriccio fertilizzante, con all’interno, in coltivazione in vasi, sette piante di Cannabis Indica in fase di crescita. A seguito dell’udienza tenutasi presso il Tribunale di Brescia, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato gli arresti, disponendo per il 47enne la scarcerazione e per il 41enne la misura dell’obbligo di firma. I processi sono stati rinviati ad altra data. Prosegue incessante l’attività di contrasto nel settore dei Carabinieri della Compagnia di Breno. In Valle Camonica nel corso del 2017, sono state arrestate 42 persone per reati attinenti allo spaccio e produzione di stupefacenti, nonché, sequestrati 4.718 grammi di sostanze stupefacenti di vario genere.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare