pirata caravaggio 634136.660x368

Domiciliari con permesso di lavoro per il pirata di Caravaggio

Pervenuta la decisione del giudice per le indagini preliminari sulla condanna dell’operaio 44enne che la scorsa domenica 23 dicembre ha investito e ucciso un anziano 70enne a Caravaggio, per poi darsi alla fuga.

Il pirata è stato condannato agli arresti domiciliari, con il permesso di assentarsi da casa per lavorare. L’uomo si era costituito la mattina seguente alla caserma di Caravaggio e si era giustificato affermado di non essersi accorto di aver investito l’anziano e che pensava di aver urtato un paletto.

Per il 70enne, che si stava recando con la moglie alla funzione domenicale nella chiesa di Caravaggio, non c’era stato nulla da fare. L’investitore stava tornando da una cena con degli amici ed è stato rintracciato dai militari grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza e alla testimonianza di alcuni passanti.

Non si esclude che il 44enne fosse alla guida in stato di alterazione psicofisica da alcol o droghe e che abbia quindi atteso la mattina seguente per smaltirne gli effetti e denunciare il fatto. 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Sole

Equinozio d’autunno: 22 settembre 2020

Arriva implacabile l’equinozio d’autunno, l’evento astronomico che decreta la fine dell’estate e l’inizio della stagione autunnale per l’emisfero boreale. Al contrario, nell’emisfero australe inizia la