Denunciato 22enne per minacce inquietanti

I Carabinieri della Stazione di Artogne, in poche ore di indagine, hanno identificato l’autore del macabro gesto indirizzato al presidente del comprensorio di caccia C4, residente in bassa valle. Nella scorsa notte un uomo, vestito di scuro e travisato, aveva attaccato due carcasse di capriolo al cancello della sua abitazione.

I militari, intervenuti su richiesta del denunciante, hanno subito avviato una serie di accertamenti e grazie alla visione di alcune registrazioni di impianti di sorveglianza presenti vicino alla casa della vittima, sono riusciti ad avere degli utili elementi a carico di un giovane 22enne di Artogne. Quando si sono presentati a casa sua per fargli delle domande circa il suo eventuale coinvolgimento nella vicenda, il giovane studente ha da subito ammesso le proprie responsabilità. E’ stato incastrato anche da alcuni selfie che si era scattato con il suo cellulare, dopo aver posizionato le carcasse di animali davanti casa della vittima. I Carabinieri hanno sequestrato il suo telefono. Nella vicenda non sono coinvolte altre persone. Il gesto è probabilmente legato a dissidi di natura personale. Si escludono altri collegamenti con gruppi di attivisti animalisti.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli