Darfo Boario Terme pronta alla “fase 2”

Riaprono cantieri, continuano le manutenzioni e sanificazioni per riappropriarsi della città, si programma il futuro. Nella consapevolezza che l’emergenza non è finita e che nulla sarà come prima.

L’emergenza covid-19 non è certo finita, ma l’Amministrazione Comunale Cittadina si è già attivata per affrontare l’avvio della “fase 2. “La ripresa di tante attività lavorative, la possibilità di fare sport a livello individuale, la riapertura delle piste ciclabili per passeggiate non deve far abbassare la guardia nei confronti della diffusione del virus per non disperdere i grandi sacrifici che tutti abbiamo fatto in questi mesi”, afferma il Sindaco Ezio Mondini.

Mesi nei quali l’Amministrazione comunale si è concentrata sulle necessità sanitarie ed economiche, individuando soluzioni ed interventi che, in linea con le disposizioni normative nazionali e regionali, tutelassero i cittadini. “Lasciatemi esprimere compiacimento e un commosso ringraziamento per i gesti di grande generosità che sono arrivati dai volontari che stanno collaborando – continua Ezio Mondini – tante persone, associazioni, gruppi, enti, che stanno stringendo le maglie della rete della solidarietà donando tempo, disponibilità e risorse. Cito per tutti la Pro Loco, il Gruppo di Protezione Civile ANA Darfo, l’Associazione Camunia Soccorso di Darfo Boario Terme e la neonata “SOS DarfoBoarioTerme aiuta”. Il loro apporto è stato determinante”.

Un ruolo particolarmente attivo l’ha avuto Pro Loco che ha provveduto – e provvede – alla distribuzione di mascherine, nonché dei buoni spesa: sono oltre 40 i volontari tra i già attivi in Pro Loco e quelli di nuova adesione. “In Questo periodo sono state distribuite più di 13.000 mascherine chirurgiche a tutti i 4.200 nuclei familiari che hanno fatto richiesta”. Oltre a quelle chirurgiche sono in arrivo anche le mascherine in tessuto realizzate grazie al progetto “SOS DarfoBoarioTerme aiuta”. “Anche in questo caso, fondamentale è stata la rete di solidarietà: oltre 40 sarte hanno donato il loro lavoro, aziende e negozi hanno regalato i tessuti, i volontari stanno provvedendo alla distribuzione”. Un lavoro di squadra con il coordinamento di Moira Sigurtà.

Per tutto il periodo dell’emergenza, l’ufficio dei servizi sociali è rimasto a disposizione dei cittadini per rispondere alle richieste riguardanti le situazioni più disparate. Un grande impegno di tutto il personale è stato dedicato a guidare i cittadini nella compilazione delle domande per il bando “Buoni spesa”. “Le richieste hanno esaurito i fondi disponibili nel giro di un paio di settimane: più di 350 famiglie hanno ricevuto il sostegno alimentare a fronte di oltre 550 che ne hanno fatto richiesta – ha spiegato il Sindaco – nel contempo, grazie ad un finanziamento di Comunità Montana, si è provveduto a sostenere l’assegnazione di pacchi alimentari alla Caritas per i cittadini in maggior difficoltà economica”.

Anche nella fase 2, il servizio sociale continuerà a monitorare le situazioni problematiche note e quelle nuove emergenti. Segnali di ripristino della “normalità” arrivano anche sul fronte dei lavori pubblici. In questi giorni sono stati riavviati alcuni cantieri rimasti sospesi a causa della diffusione del virus. “Collegandomi al tema della sicurezza, ritengo utile fare un appello affinché la salita a Capo di Lago sia estremamente rispettosa delle norme di sicurezza – commenta Ezio Mondini – oltretutto, la presenza del cantiere nell’area di ingresso al Lago Moro lo rende quasi inaccessibile. È quindi inopportuno recarvisi in questo periodo”. Mentre si monitora lo svolgimento della “fase 2”, sul tavolo dell’amministrazione sono già allo studio interessanti iniziative rivolte al sostegno dell’economia cittadina. Pianificazione e azione: i principi guida dell’Amministrazione si riconfermano anche in emergenza.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli