Piazza Martina14

D’estate lungo la «via delle castagne» di Zogno

Un sentiero didattico dedicato alle famiglie per conoscere la selva, il castagno e il suo frutto, i ritmi delle stagioni e come, per necessità l’istinto umano si è adattato a sfruttare i tesori del nostro territorio. Ma anche l’occasione per riscoprire il fascino del borgo rurale di Piazza Martina, alle radici del Canto Alto, luogo che conserva ancora oggi antiche testimonianze di stampo medievale. È quanto si potrà scoprire durante le visite guidate lungo «La via della castagne» con un accompagnatore di media montagna. Gli appuntamenti sono organizzati durante i mesi estivi di luglio, agosto e settembre, dal Comune di Zogno nell’ambito del progetto «Zogno a occhi aperti».

Retaggio di una tradizione antica, il frutto della castagna oggi sta vivendo una stagione tutta nuova, in particolare a Zogno dove l’Assessorato al Turismo sta promuovendo e valorizzando il frutto e la castanicoltura. Un progetto tutto nuovo, partito in autunno e che proseguirà anche in estate, tramite l’organizzazione di visite guidate alla scoperta de «La via della castagne». Un primo passo in questa direzione il Comune di Zogno lo aveva mosso realizzando un nuovo percorso tematico (circa 3 km) con la relativa cartellonistica (dieci cartelli fissi non removibili) lungo i sentieri che dal borgo rurale di Piazza Martina conducono a Poscante, e da Poscante alla contrada di Castegnone (frazione di Poscante). Il progetto corredato anche da una pubblicazione cartacea (32 pagine) è stata integrata sui totem multimediali e sulla app della rete museale. «Oggi l’impegno in questa direzione continua affinché questa ricchezza sia rivalorizzata e resa accessibile alla popolazione zognese e ai turisti sensibili alla tradizione e alla natura», ha sottolineato l’assessore al Turismo del Comune di Zogno Giampaolo Pesenti. «Ma non sarà solo un sentiero da percorrere nel periodo autunnale, per conoscere la tradizione della raccolta, la conservazione e il consumo del frutto della castagna, piuttosto un sentiero per passeggiare in famiglia e per riscoprire i tesori del territorio e della tradizione», ha poi aggiunto l’assessore Pesenti. 

Le visite programmate sono in tutto tre e si terranno durante le giornate di domenica 8 luglio, 5 agosto, 2 settembre. Il percorso guidato sarà di facile percorrenza, con tappe didattiche e soste in punti panoramici. Il punto di ritrovo e la partenza saranno presso l’agriturismo Casa Martina. È da lì infatti che poi si partirà per giungere alla contrada di Castegnone di Poscante, patria dei biligòcc e dell’essiccatoio per produrli: il secadùr, oggi attrazione turistica. L’abbigliamento consigliato è quello sportivo, con scarpe da trekking o scarponcini.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito web www.zognoturismo.it. Mentre per le prenotazioni (obbligatorie con posti limitati) alle visite guidate gratuite è possibile contattare tramite email: elena@emozioniorobie.it ; sms o WhatsApp: 348.5423481.

 

FOTO WWW.VALBREMBANAWEB.COM


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”