droga water

Cresce il consumo di droga in Bergamasca

Analizzando le acque fognarie dei 16 comuni collegati al depuratore di Mozzanica, l’Istituto Farmacologico Mario Negri in collaborazione con l’Associazione Genitori antidroga, ha certificato che sulla popolazione campione di 90 mila abitanti, l’assunzione di droghe è notevolmente cresciuta rispetto al 2017, quando già i dati erano allarmanti.

L’assunzione di Thc (principio attivo dei cannabinoidi) è aumentata del 76,9%, passando dalle 4 mila 788 dosi del 2017 alle 8 mila 471 del 2019. Quella di cocaina è aumentata del 57,2% passando da mille 6 dosi al giorno a mille 678. Sostanzialmente stabile l’eroina, in leggero calo rispetto ai dati del 2017, -4,4% pari a 185 dosi al giorno. Basso invece il consumo di metanfetamine e ecstasy. La crescita è ancora più impressionate se si considera un periodo di confronto di 10 anni dal 2009 a oggi. Thc è cresciuta del 272%, Cocaina del 232%, Eroina del 86%, Ecstasy +510% solo le Metanfetamine sono in calo nel lungo periodo (-82%).

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Arte medievale nelle Alpi

La Società Storica e Antropologica di Valle Camonica organizza il X convegno I.S.T.A. (Incontri per lo Studio dei Territori Alpini) dal titolo “Arte medievale nelle

Uccisa a colpi di martello

Ancora violenza ai danni di una donna bresciana uccisa a martellate. Enzo Galesi 59enne tempo fa aveva avuto una relazione con Elena Casanova di 41