Coronavirus, l’Oms alza il livello di allerta

Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms, ha parlato durante la conferenza di aggiornamento sull’epidemia di coronavirus Covid-19. «Seguiamo costantemente con i nostri epidemiologi lo sviluppo di questa epidemia e abbiamo ora modificato la nostra valutazione del rischio di diffusione e di impatto di Covid-19 da alto a molto alto a livello globale». L’approccio alla situazione rimarrà comunque invariato: la priorità continua ad essere quella di contenere la diffusione del virus.

La diffusione del Covid-19 in un numero crescente di Paesi ha determinato questo innalzamento del livello di rischio. Michael Ryan, direttore esecutivo dell’Oms ci tiene, però, a precisare che “parlare di pandemia non è corretto e sbagliato in questa fase. Bisogna andare oltre i termini colloquiali: parlare di pandemia di coronavirus significa che ogni persona nel mondo è potenzialmente esposta al contagio e l’esperienza della Cina ci dice che non è così”. Poi conclude: “in questa fase i nemici peggiori sono la paura, le voci infondate e le stigmatizzazioni”. Insomma, più ragionevolezza e solidarietà.

 

Condividi:

Ultimi Articoli

Uniti contro il bullismo

Uniti contro il bullismo

Martedì 7 febbraio 2023 alle ore 10, il campo sportivo dell’Oratorio di Cazzano S.Andrea ospiterà un evento unitario con la partecipazione di parroci e sindaci

Una Guida al trapianto di fegato

Una Guida al trapianto di fegato

La Guida al Trapianto di Fegato è una risorsa creata dall’Associazione Amici del Trapianto di Fegato di Bergamo (AATF), che include due opuscoli (101 domande