Coronavirus, a Bergamo muore un altro medico di base

È morto domenica 22 marzo, intorno alle 12, Vincenzo Leone.  Siciliano orgoglioso, aveva sessantacinque anni. Lascia la moglie e due figli. Era vicepresidente dello Snami di Bergamo (Sindacato nazionale autonomo dei medici italiani) e membro del comitato aziendale per le cure primarie nell’Ats di Bergamo. Nel corso degli anni è stato anche impegnato nella vita amministrativa dei Comuni di Urgnano e Zanica, dove viveva.

Al momento sono oltre 130 i medici di base colpiti dal virus, alcuni dei quali versano in condizioni critiche. Si tratta della terza vittima da coronavirus tra i medici di base della provincia di Bergamo. Nei giorni scorsi avevano perso la vita anche Antonino Buttafuoco, 66 anni, di Brignano, e Mario Giovita, 65 anni, in servizio a Caprino e Cisano.

Condividi:

Ultimi Articoli

Operazione contro traffico di droga in Europa

Operazione contro traffico di droga in Europa

Dalle prime ore della mattinata odierna, il Servizio Centrale d’Investigazione sulla Criminalità Organizzata e il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Brescia della Guardia di Finanza,