Cornello dei Tasso nelle «destinazioni da collezione» con il Passaporto #InLombardia


Il borgo medievale di Cornello dei Tasso (Camerata Cornello) entrerà a breve a far parte delle «destinazioni da collezionare» con il Passaporto che Regione Lombardia ha realizzato per l’Anno del Turismo. Il Passaporto è un memorabilia, un gioco, un souvenir, un modo divertente per collezionare i propri viaggi in Lombardia e scoprirla ad ogni timbro e visita; è un gadget che permette ai viaggiatori di collezionare destinazioni ed esperienze e che scatena la voglia di visitare anche le altre destinazioni per avere tutti i timbri della collezione ma anche uno strumento che mette in primo piano i territori, li valorizza e li promuove associandoli al brand di promozione regionale.

Il Passaporto potrà essere richiesto dai visitatori presso uno dei qualisasi Infopoint autirizzati presenti sul territorio lombardo o online, sul sito dedicato all’iniziativa. Per quanto riguarda i timbri, invece, oltre ad essere presenti all’interno degli stessi Infopoint, saranno disponibili anche presso i punti di maggiore attrattività turistica come Musei, Siti Unesco, Teatri, Palazzi storici. Il timbro di Cornello dei Tasso, pensato ad hoc, è quello dedicato ai Borghi più belli d’Italia (vedi foto); il Passaporto potrà essere «vidimato», in questo caso, presso il Museo dei Tasso e della Storia Postale.


Il Passaporto – video

[bt_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=KeCfvdMiLzo” width=”600″ height=”400″ responsive=”yes” autoplay=”no”][/bt_youtube]

 


«Sarà un ulteriore piccolo incentivo per visitare il nostro borgo medievale, tra i più Belli d’Italia – ha affermato l’assessore delegato al Turismo del Comune di Camerata Cornello, Jessica Manzoni-. I borghi rappresentano la tradizione, la storia, la bellezza, l’autenticità; sono espressione delle eccellenze locali e di un turismo slow e responsabile. Questa inziativa poi si inserisce perfettamente con quello che nel 2017 sarà l’Anno dei Borghi in Italia, così come indetto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; una grande occasione per valorizzare il patrimonio artistico, naturale ed umano», ha aggiunto. All’iniziativa partecipano anche i borghi di Lovere, Bienno, Monte Isola, Gromo, Gardone Riviera, Fortunago, Sabbioneta, Grazie, Morimondo, S.Benedetto Po, Gradella, ecc. Info complete su: in-lombardia.it.

A quattro mesi dal lancio ufficiale dell’iniziativa Passaporto #inLombardia sono stati attivati ben 42 punti distributivi, 88 punti di timbratura, realizzati 30 differenti timbri, e organizzati 17 eventi con corner dedicati, con la bellezza di oltre 15 mila passaporti distribuiti (anche con Traveller CondeNast). Risultati eccellenti sono stati registrati anche sul fronte web e social. La forte connotazione digital di «In Lombardia» ha infatti portato ad un immediato ritorno in termini di visibilità, grazie al portale multilingua e ai siti verticali tematici; ad una fanbase social di oltre 180 mila utenti e l’utilizzo dell’hashtag #inLombardia per oltre un milione di impressions, un programma di digital PR internazionale annoverato tra i progetti turistici più interessanti a livello nazionale ed europeo.


[bt_carousel uid=”1489058134-58c1395624b31″ target=”_blank” width=”0″ thumbnail_width=”180″ thumbnail_height=”120″ items_visible=”3″ scroll=”item” show_title=”no” centered=”yes” arrows=”yes” pagination=”bullet” autoplay=”5000″ speed=”600″][bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/img147 (1).jpg” title=”img147 (1).jpg” link=”” parent_tag=”carousel”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/img155 (1).jpg” title=”img155 (1).jpg” link=”” parent_tag=”carousel”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/img131.jpg” title=”img131.jpg” link=”” parent_tag=”carousel”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/img79.jpg” title=”img79.jpg” link=”” parent_tag=”carousel”][/bt_carousel]


Su questa scia, ora Explora, la Destination Management Organization (DMO) di Regione Lombardia, sta lavorando sulla parte digitale del progetto. A marzo sarà lanciata una nuova APP per smartphone e tablet che si affiancherà al passaporto cartaceo, ma che avrà realmente la possibilità di tracciare la presenza dei turisti nelle varie località lombarde consentendone lo sviluppo delle premialità per coloro che contribuiranno quantitativamente alle visite delle attrazioni proposte. Per questo dovrebbero essere pensati dei premi relativi a chi visita almeno 15 dei 20 Borghi lombardi.

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli