Comuni lombardi, Anci: «Quadro complesso, diviso tra metropoli e piccoli borghi»

La Lombardia è la regione italiana con il più alto numero di Comuni: 1527. Di essi, ben il 69,5% ha una popolazione inferiore a 5000 abitanti. Ecco la guida 2017 targata Anci che illustra la situazione.

Anci Lombardia, in collaborazione con Ifel, presenta la guida “I Comuni della Lombardia 2017” (pubblicata in versione ebook nella sezione Multimedia del sito), che mette a disposizione alcuni dati sugli Enti locali lombardi: uno strumento agile e di facile consultazione che permetterà agli amministratori locali di avere un quadro d’insieme in cui inserire la propria realtà, e fornirà all’opinione pubblica una serie di informazioni per costruire opinioni fondate su dati oggettivi.

Le elaborazioni realizzate da Ifel e Anci Lombardia si basano su dati accessibili e messi a disposizione dall’ISTAT, dal MEF, da Infocamere, da RFI, dal GSE, dalla Banca d’Italia, dalla Protezione Civile, dai certificati di conto consuntivo dei bilanci comunali e da Anci stessa. “La Lombardia è la regione italiana con il più alto numero di Comuni: 1527. Di essi, ben il 69,5% ha una popolazione inferiore a 5000 abitanti. E’ pertanto evidente come il quadro delle municipalità lombarde sia particolarmente complesso, diviso tra metropoli e piccoli borghi, città della pianura e centri montani, grandi comuni industriali e piccoli villaggi di campagna. Per comprendere e poter operare all’interno di una situazione così variegata è necessario disporre di una sua rappresentazione veritiera e corretta, in grado di riflettere le caratteristiche e le dinamiche in corso. Per questo motivo Anci Lombardia, grazie al prezioso aiuto di Ifel, ha promosso la pubblicazione di questo pratico volume, che offre un quadro riassuntivo delle misure descrittive della realtà comunale regionale”, ha dichiarato Roberto Scanagatti, Presidente di Anci Lombardia, illustrando i contenuti della guida.

Per Pier Attilio Superti, Segretario Generale di Anci Lombardia, “con questa operazione si rafforza la collaborazione della nostra Associazione con Ifel, che si concretizza anche nella presenza fisica di un ufficio di Ifel nella “Casa dei Comuni” di Anci Lombardia: un modo per aumentare la nostra autorevolezza nel confronto con gli altri attori istituzionali e con l’opinione pubblica”.

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli