clusone carta identità elettronica

Clusone: da maggio la carta d’identità elettronica

Da maggio 2018 il Comune di Clusone rilascia la carta d’identità unicamente nella versione elettronica.

La Carta d’identità elettronica è un documento di riconoscimento che può essere rilasciato ai cittadini italiani e stranieri ed è contrassegnata da un numero unico nazionale stampato sul fronte in alto a destra. Può essere valida per l’espatrio, ma solo nei paesi comunitari e in quelli aderenti a specifiche convenzioni. Per conoscere i Paesi dove è possibile espatriare con la carta d’identità consultare il sito www.viaggiaresicuri.it

E’ realizzata in materiale plastico, ha le dimensioni di una carta di credito, è dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza che memorizza i dati del titolare e il suo codice fiscale, riportato sul retro come codice a barre.

La carta d’identità elettronica può essere utilizzata anche per richiedere un’identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), la soluzione per accedere a tutti i servizi online della pubblica amministrazione, quali ad esempio prenotazioni sanitarie, iscrizioni scolastiche, situazione contributiva o previdenziale, e dei privati con un’unica identità Digitale. Maggiori informazioni si possono trovare al seguente link: www.spid.gov.it

É prevista anche la facoltà del cittadino maggiorenne di indicare il consenso o il diniego alla donazione di organi e/o tessuti in caso di morte attraverso la compilazione di apposito modulo.

VALIDITA’

Differisce a seconda dell’età del titolare:

    da 0 a 3 anni di età la validità sarà di 3 anni;
    da 3 a 18 anni di età la validità sarà di 5 anni;
    dai 18 anni di età la validità sarà di 10 anni.

 Si precisa che:

    Le carte d’identità cartacee o quelle elettroniche già in possesso dei cittadini continueranno ad aver validità sino alla loro naturale scadenza;
    il cambio di residenza o dell’indirizzo non comportano la sostituzione e/o l’aggiornamento della carta d’identità che continua ad avere validità fino alla naturale scadenza (circolare del Ministero dell’Interno n. 24 del 31/12/1992);
    si può procedere alla richiesta di una nuova carta d’identità, a partire da 6 mesi prima della data di scadenza di quella in corso di validità;

si può procedere alla richiesta di una nuova carta d’identità, in caso di furto, smarrimento o deterioramento presentando la fotocopia della denuncia presentata ai Carabinieri o al Commissariato di Polizia).

COME SI RICHIEDE

La CIE si rilascia esclusivamente su appuntamento prenotabile telefonicamente al numero tel. 0346/89608-699 in orario di ufficio.

L’interessato si deve presentare di persona all’Ufficio Anagrafe, nel giorno e orario dell’appuntamento, munito di:

    Codice fiscale o tessera sanitaria
    carta di identità scaduta, in scadenza  (fino a 6 mesi prima) o deteriorata, che sarà ritirata;
    1 fototessera in formato cartaceo uso passaporto, recente, a colori con sfondo bianco. La fototessera deve avere irequisiti precisati dal Ministero.

Per il rilascio del documento saranno rilevate due impronte digitali.

Se il richiedente non è in possesso di una carta d’identità scaduta o in scadenza e non ha altro documento di riconoscimento è necessario prendere precedenti accordi con l’Ufficio Anagrafe.

Per i minorenni italiani (nel caso si richieda una CIE valida per l’estero): la presenza di entrambi i genitori o, nel caso che uno dei due sia impossibilitato, il modulo di assenso all’espatrio firmato dal genitore che non può presentarsi allo sportello: deve essere allegata fotocopia del documento di identità di chi firma.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”