Chiuduno, festival internazionale popoli indigeni

Dal 27 maggio al 12 giugno Chiuduno ospiterà “Lo spirito del pianeta”, la manifestazione che dà voce alle tradizioni e alla cultura dei popoli della terra.

L’iniziativa sarà l’unico festival tribale indigeno in Italia e sarà interamente dedicata a Inca, aborigeni, tribù amazzoni e popoli della Mesomerica, promossi tramite progetti culturali ed umani dedicati a scoprire la loro cultura, l’ambiente in cui vivono e le loro caratteristiche. L’appuntamento è al Polo Fieristico di Chiuduno, in Via Martiri della Libertà.

Numerose e svariate le proposte di quest’anno, che andranno da concerti ed esibizioni a conferenze ed esposizioni di artigianato; tutto sarà organizzato nel rispetto della natura e della Terra – alla manifestazione saranno utilizzati solo oggetti di materiale compostabile.

Venerdì 27 maggio il festival si aprirà con l’inaugurazione della statua Moai, iniziata l’anno scorso e terminata in quest’occasione con la posa del cappello, di circa 6 tonnellate. L’inaugurazione si svolgerà alle ore 20 con una cerimonia di purificazione di Rapan Nui, la quale darà vita allo “sguardo degli antenati” – è questo il significato della statua, che rivolta verso l’Isola di Pasqua, collegherà tra le due terre.

Grande particolarità di questa edizione sarà il Flash Mob indigeno, organizzato a Milano il 1° giugno da Lo Spirito del Pianeta e dall’Assemblea dei Popoli Indigeni.

Domenica 12 giugno, ultimo giorno del festival, alle 18 è fissata la dichiarazione di “Patrimonio Indigeno dell’Umanità” del parco sede del festival, con una cerimonia di consegna del documento all’Amministrazione del Comune di Chiuduno.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Nasce il Monopoly in Versione Bergamo

Il Comune di Bergamo ha annunciato attraverso la propria pagina Facebook una collaborazione con il gioco in scatola più famoso del mondo. “Abbiamo concesso l’utilizzo

In montagna con la testa

Prove di sicurezza e ricerca in favore di chi va in montagna. In Val Salarno, durante il mese di settembre, la V Delegazione Bresciana del