Chiesti 13 anni per ex-sindaco di Adro

Chiesti 5 anni per l’ex-sindaco di Adro Oscar Lancini per la costruzione area feste avvenuta nel 2014. Con lui altri 2o imputati con vari capi d’accusa.

Il tribunale di Brescia venerdì mattina 24 giugno ha ospitato un’udienza preliminare nell’ambito del processo a carico dell’ex-sindaco di Adro, il leghista Oscar Lancini, con altri 20 imputati. La vicenda riguarda la costruzione dell’area feste nel 2013, quando Lancini venne arrestato e posto ai domiciliari, con l’accusa di truffa e turbata libertà degli incanti. Lancini avrebbe manipolato l’appalto dei lavori dell’opera per concederla agli imprenditori a lui conosciuti. A capo dell’inchiesta c’è il pubblico ministero Silvia Bonardi che ha chiesto tredici condanne, di cui quella dell’ex primo cittadino a 5 anni. Tra gli imputati, ci sono anche vari componenti della giunta che con Lancini guidarono il comune in quel periodo. Per il leghista l’avvocato ha chiesto l’assoluzione. Il nome di Lancini era comparso anche sulle cronache nazionali quando aveva fatto mettere il sole delle Alpi, simbolo del Carroccio, sul tetto di una scuola.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli