Chiarimento sui Pronto soccorso di Esine e di Edolo

Il Direttore generale della Asst della Valcamonica chiarisce il provvedimento assunto ieri riguardo alla necessità di chiudere per qualche ora le accettazioni dei pronto soccorso di Edolo e di Esine relativamente all’emergenza coronavirus.

Non basta la lotta di grande impegno di questi giorni contro il coronavirus: purtroppo c’è una lotta più strisciante che deve fare i contro con il muro della disinformazione, spesso ricoperto dalla melma della cattiva informazione o, peggio, dal veleno di chi diffonde informazioni sanitarie riservate tra reparti di una stessa Azienda, che contengono notizie delicate che devono essere diffuse con responsabilità, attenzione e acume. In queste ultime ore, infatti, la Sanità camuna è stata scossa da una preoccupazione sul fatto che i Pronto soccorso di Esine e di Edolo avrebbero chiuso le accettazioni. La notizia, data in questo modo, ha creato sconcerto e grande preoccupazione: nella serata di ieri il Direttore generale della Asst della Valcamonica aveva provveduto ad emettere un comunicato urgente con il quale specificava la natura del provvedimento, così come dichiarato anche ai nostri microfoni. Intanto continuano le notizie importanti, e positive sul fronte dell’impegno della sanità della Vallecamonica: innanzitutto sono iniziate le dimissioni di molti pazienti e poi si continuano a creare nuovi posti letto per i covid positivi per dare una risposta al territorio. Rimane il fatto che la Direzione della Asst della Valcamonica, nell’assicurare nel momento di emergenza il massimo impegno di tutti gli operatori dell’Azienda, esprime rammarico e condanna per la strumentalizzazione di notizie interne e riservate, propalate irresponsabilmente al pubblico senza alcuna autorizzazione

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli