IMG 20180221 WA0023 1519221050105

Celtiche, svastiche, escrementi sulla pista ciclabile «Prenderemo provvedimenti»

Negli ultimi tempi si assiste ad un crescente fenomeno di inciviltà. Lungo i percorsi ciclopedonali del Parco dei Colli di Bergamo, vengono rinvenuti numerosi escrementi di cani abbandonati in sacchetti di plastica che, invece di essere gettati negli appositi cestini dei rifiuti, vengono lasciati a margine della pista ciclabile o nel bosco. Sono inoltre numerosissime le scritte e i segni inneggianti al fascismo e nazismo lungo gran parte dei percorsi, sui muri, nei sottopassi, lungo i sentieri, persino sugli alberi.

Aldilà della mancata sensibilità ambientale dimostrata, con un patrimonio verde che viene così deturpato, il Parco dei Colli di Bergamo intende denunciare in particolare questi atti che inneggiano a  odio e violenza. “Considerata la gravità dei fatti, sono state contattate le forze dell’ordine e si stanno applicando strumenti volti all’individuazione dei trasgressori – afferma Oscar Locatelli, presidente del Parco dei Colli di Bergamo –. Sono state contattate anche le amministrazioni comunali e si procederà alla rimozione di questi segni e scritte. Invitiamo inoltre i cittadini a rispondere a questi gesti gravi ed incivili interpretando con creatività, coinvolgendo anche i bambini, questi segni che evocano morte e odio, trasformandoli in fiori o simboli di pace. Il Parco dei Colli di Bergamo stigmatizza il fenomeno, e raccomanda ai cittadini, i pochi che non lo fanno, a rispettare le norme più elementari di civiltà”.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli