stalla mucche 2

Caso “lingua blu” in un allevamento

Isolato un perimetro di 30 chilometri per sospetto “virus lingua blu” (blue tongue) in un allevamento di Puegnago del Garda, nel bresciano.

L’ultimo caso era stato riscontrato nel 2016 in un allevamento bovino di Milzano, in provincia di Brescia. Momentaneamente è l’unico episodio riscontrato che ha però fatto scattare il protocollo di profilassi nazionale per il contenimento del virus. L’Ats di Brescia ha infatti stanziato un divieto di movimentazione di capi di bestiame, ovuli, sperma ed embrioni utilizzati per la riproduzione entro un perimetro di 30 chilometri dal “caso 0”. Il virus viene trasmesso tramite puntura d’insetto (Culicoides imicolae) e non è contagioso: non c’è trasmissione ne tra animali ne tra uomini.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Un corso per la cosmesi naturale

Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2021”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello, gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune