cornello wwww

Casato Taxis Bordogna, da Innsbruck il libro di Francesca Brunet

Un giorno di incontri, studio e aggiornamento sulla storia della famiglia Tasso e sulla storia postale. È quanto organizzato per la prossima domenica 23 settembre dal Museo dei Tasso e della Storia postale a Cornello dei Tasso (Camerata Cornello). Giornata Tassiana: questo il nome dell’iniziativa giunta alla sua tredicesima edizione. «Si tratta di una giornata dedicata allo studio e agli aggiornamenti sulla storia della famiglia Tasso, la storia postale e le attività svolte dal Museo e dall’Associazione degli Amici del Museo dei Tasso e della Storia postale durante il 2018, e quelle previste per il 2019», ha spiegato l’operatrice museale Michela Giupponi.

All’interno dell’evento, che inizierà alle ore 10 circa, è prevista la presentazione di un nuovo volume «Per essere quest’ufficio la chiave dell’Italia e Germania». La famiglia Taxis Bordogna e le comunicazioni postali nell’area di Trento e Bolzano (sec.XVI-XVIII), risultato di ricerca della dott.ssa Francesca Brunet dell’Università di Innsbruck sul ramo dei Taxis Bordogna di Trento e Bolzano. Il libro di Francesca Brunet indaga la storia del casato dei Taxis Bordogna, che controllò le stazioni postali lungo il corso dell’Adige di Trento e Bolzano dal XVI al XVIII secolo.  «Si tratta di una storia lunga quasi tra secoli: dall’inizio del Cinquecento, quando il ramo Taxis Bordogna venne inaugurato dal matrimonio di Bonus Bordogna ed Elisabeth Taxis, fino all’incarnamento del feudo, e quindi alla statalizzazione delle poste, avvenuta negli anni Sessanta del Settecento. Una storia che si intreccia con quelle della sovranità e delle configurazioni statuali entro cui la famiglia si trovò a gestire la propria attività: l’impero, la contea del Tirolo, il principato vescovile e la città di Trento».

Il volume si divide in due parti: la prima dedicata alla storia della famiglia e del feudo postale, la seconda si propone di ricostruire gli aspetti più propriamente economici e materiali della storia della posta trentina in età moderna. «Il lavoro ricostruisce un tassello di un grande sistema europeo di comunicazioni postali, all’interno del quale la piccola Trento e la famiglia Taxis Bordogna, che per quasi 300 anni ne possedette il feudo postale, ricoprirono un ruolo di assoluto rilievo», conclude la nota.

Alla Giornata Tassiana del 23 settembre interverrà anche il miniaturista Simone Algisi per raccontare il suo lavoro e la collaborazione intercorsa con il Museo e si svolgerà la visita guidata alla mostra L’evoluzione animale in cui è esposta la collezione filatelica tematica di Giuseppe Morabito, donata al Museo della moglie Maria Adelaide Gigli e dal nipote Mario Gigli. La collezione segue il percorso evolutivo della vita animale sulla terra abbinando alla bellezza, all’originalità ed alla rarità dei francobolli il lavoro di studio sulla zoologia, la paleontologia e la geologia che Giuseppe Morabito ha svolto tra gli anni Sessanta, Settanta e Ottanta del Novecento. Alle ore 16 si terrà anche una visita guidata gratuita. Per informazioni: tel. 0345/43479; e-mail: info@museodeitasso.com; sito internet: www.museodeitasso.com.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché