Manella

Capodiponte confermato alla presidenza Unesco

Il Sindaco di Capodiponte Francesco Manella è stato riconfermato alla Presidenza dell’Assemblea nazionale riunitasi ad Assisi il 19 gennaio 2018.

La Vallecamonica e Capodiponte il cui territorio ospita la massima concentrazione mondiale di Incisioni Rupestri, bene dichiarato dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità dal 1979 (primo in Italia) , dal 19 gennaio è riconfermata alla Presidenza dell’Assemblea dell’ambita ed autorevole Associazione italiana Città e siti Unesco. Tra i componenti sono annoverati 60 membri dei siti italiani, inseriti nella World Heritage list, creata dall’organizzazione che si occupa del patrimonio culturale per conto dell’ONU, nel 1972. La decisione è stata assunta all’unanimità dall’assemblea dei rappresentanti delle Città e Siti Unesco, riuniti ad Assisi per l’elezione degli organismi societari. Il nuovo consiglio direttivo annovera inoltre le città di : Assisi, Verona, Alberobello, Ferrara, Firenze, Piazza Armerina, Urbino, San Gimignano, Barumini, Capriate S.Gervasio, Noto, Caserta, Mantova-Sabbioneta e la Fondazione Dolomiti. Si tratta di un riconoscimento importantissimo per la Vallecamonica , ma anche dell’assunzione di importanti responsabilità. Infatti, l’associazione è l’unico partner italiano del Ministero per i Beni e le Attività culturali per quanto riguarda la tutela e la promozione dei siti Unesco. I siti Unesco sono l’eccellenza italiana riconosciuta dal mondo intero e devono essere considerati per quello che rappresentano e che possono creare in termini di sviluppo. Numerose ed importanti le azioni promozionali ed istituzionali svolte dall’Associazione: l’ottenimento di finanziamenti erogati per tramite della Legge 77/2006 emanata proprio su input dell’Associazione, la forte visibilità presso il lingotto Fico a Bologna tramite un protocollo nazionale, le trasmissioni televisive Rai e Sky dei vari siti Unesco, le partecipazioni ad eventi nazionali ed internazionali delle Città e dei Siti Italiani Patrimonio Mondiale dell’Unesco, le raffigurazioni Panini di tutti i Siti, il progetto scuola-Unesco in molti istituti italiani e molto altro ancora. Per il nostro territorio ha avuto una rilevanza particolare l’appoggio dell’autorevole Associazione nel sostenere il Comune di Capodiponte nell’opposizione al rilascio di un’autorizzazione alla costruzione di una centralina in un territorio di inestimabile valore. L’Associazione è nata nel 1997 da una felice intuizione di alcune amministrazioni, convinte dell’utilità di costruire una collaborazione con altre città e con altri soggetti per migliorare la capacità progettuale delle proprie realtà territoriali e sviluppare politiche di valorizzazione sulle quali far convergere capacità, competenze e responsabilità a più livelli.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare