Brescia: arrestati due no-vax per la bomba molotov al centro vaccinale

Arrestati due balordi, dichiaratamente no-vax, per l’attacco del 3 aprile scorso contro il centro vaccinale di via Morelli a Brescia con due molotov. Fortunatamente l’incendio non si era propagato nell’intero padiglione, ma avrebbe potuto causare gravi danni alla struttura e alle diverse centinaia di dosi di vaccino. Ieri mattina i Carabinieri del Ros e del Comando Provinciale di Brescia hanno proceduto all’arresto di Paolo Pluda, 52enne di Brescia, e Nicola Zanardelli, 51enne di Monticelli Brusati, fortemente indiziati per l’atto di terrorismo con ordigni esplosivi e detenzione di armi da guerra. Proprio Paolo Pluda, prima dell’attacco, aveva postato su Facebook la frase: “se vogliamo distruggere il nemico dobbiamo usare la stessa arma, la paura, e la loro paura è la nostra unione. Non ci sono altre soluzioni”. Per gli investigatori l’obiettivo dei due attentatori era quello di “bloccare e sabotare la campagna vaccinale in corso, intimidendo la popolazione ed alimentando il clima di incertezza, reiterando nel breve termine ulteriori azioni violente”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli