Brescia anticipa le lauree in infermieristica

Le lauree in infermieristica dell’Università statale di Brescia sono state anticipate al 12 marzo, un mese prima rispetto al periodo programmato in aprile, su richiesta della Regione: sono lauree professionalizzanti e quindi immediatamente spendibili. La commissione verrà riunita fisicamente ma la discussione sarà in remoto, online.

In questo modo ci sarà la possibilità di concludere nei tempi stabiliti il percorso universitario (la prossima è l’ultima sessione per l’anno accademico 2018-2019), di non dover pagare quindi tasse aggiuntive. Per quanto riguarda le sessioni d’esame, la gran parte si è svolta prima del blocco e per cui non ci sono problemi, per le altre si procederà in modalità telematica. Altre sessioni saranno verso metà aprile ma per quella data si spera che la fase più critica del coronavirus sia terminata e ci sia un ritorno progressivo alla normalità. La sospensione delle lezioni in aula non significa ovviamente chiusura dell’Università: le segreterie e le altre attività restano comunque aperte, con tutte le precauzioni del caso. Su questo c’è stato anche un intervento di chiarimento specifico della Crui, la Conferenza dei rettori delle università italiane. «Le attività didattiche curriculari in presenza sono sospese — si legge nella nota della Crui —. Ma il coordinamento tra tutte le università ha lavorato per avviare le iniziative necessarie per garantire le attività didattiche ai nostri studenti, anche in modalità a distanza. E ribadiamo a chiare lettere che le università non sono chiuse. Le attività di ricerca e tutti gli altri servizi agli studenti proseguono regolarmente, nel rispetto delle disposizioni del Ministero della Salute».

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli