Brescia, ad aprile alzò le mani sulla compagna: condannato a 11 mesi

Nella notte tra il 3 e il 4 aprile 2020 i Carabinieri erano intervenuti a Brescia per una segnalazione inviata dalla centrale operativa del 112. La causa? Un’aggressione da parte di un uomo di origini tunisine nei confronti della compagna. Ieri c’è stata la sentenza e il 42enne, che era stato arrestato e allontanato, è stato condannato in tribunale a Brescia a 11 mesi di reclusione. La notte dell’aggressione, nonostante un vistoso livido sotto l’occhio, la donna aveva scelto di non denunciare l’uomo.

L’uomo in aula ha confessato che quella sera entrambi avevano alzato un po’ troppo il gomito e che lo schiaffo al volto della ragazza sarebbe arrivato nel momento in cui lei aveva cercato di guardare il suo cellulare. Anche durante la sentenza la donna avrebbe cercato in qualche modo di difenderlo, assecondando la sua versione.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli