Borno, la ciclopedonale e’ realta’: chiusi i lavori, sabato l’inaugurazione

Più che un’inaugurazione, sarà una festa per grandi e piccoli. Per il taglio del nastro che sabato 20 novembre alle 10.30 aprirà ufficialmente la nuova ciclopedonale lungo via Funivia è il momento di diventare cosa pubblica. Percorribile già ormai da alcune settimane, l’opera, che aveva subìto alcuni ritardi per il Covid prima i è finalmente realtà.”. Un percorso che rende la passeggiata sicura grazie alle protezioni dalla strada che gli corre a fianco e all’illuminazione di cui è stata dotata, piacevole grazie alle aree di sosta e completa grazie all’installazione di una fontanella. Si propone di dare una risposta a residenti e turisti, ma anche a un’area in piena rinascita:. L’importo complessivo dei lavori ammonta a 940 mila euro ma questo non è che il primo step di un progetto molto più grande: Si sta facendo sempre più concreta l’idea del suo proseguo che prevede il prolungamento della ciclopedonale fino all’ingresso del paese. La volontà è di completare quanto prima la progettazione e trovare le risorse a bilancio che consentano di mettere in cantiere il terzo lotto dell’opera già entro il prossimo anno”.

l‘inaugurazione di sabato 20 novembre prevede il ritrovo con i bambini delle scuole  alle 10.30 all’imbocco del percorso ciclopedonale. Ci sarà il taglio del nastro quindi tutti insieme a percorrere il tragitto fino alla partenza degli impianti di risalita dove ci sarà una piccola merenda. (In caso di maltempo l’evento verrà posticipato al sabato successivo)

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché